menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Candidatura Europea PerugiAssisi nel 2019, nel simbolo San Francesco: si spera nel miracolo

Trovata di marketing della geniale fondazione PerugiAssisi per la candidatura alla Capitale Europea per il 2019. Nel simbolo il nome del Poverello che permette di soddisfare il parametro dell'internazionalizzazione previsto dalla Commissione. Nei prossimi giorni sarà inviato il dossier alla Commissione

Cambia il logo della candidatura umbra a capitale europea della cultura. Diventa infatti "Perugia2019, con i luoghi di Francesco d'Assisi e dell'Umbria" per essere così aderente a quanto previsto dalle normative europee. Una nuova fase alla quale è stato dato avvio questa sera nel corso di un incontro all'aeroporto del capoluogo umbro. Vi hanno partecipato la presidente della Regione Catiuscia Marini, quello della fondazione Perugiassisi 2019 Bruno Bracalente e i sindaci di Perugia e di Assisi, Wladimiro Boccali e Claudio Ricci, l'assessore regionale Fabrizio Bracco.

Cambia il logo ma l'obiettivo resta lo stesso: ripensarsi e ricostruire un'identita' internazionale, aumentare l'intensita' di cultura nella societa' e nell'economia e proiettarsi maggiormente nella dimensione europea. Il nuovo marchio accompagnera' la candidatura almeno fino alla consegna del dossier, il 20 settembre. Appuntamento al quale guardano "con grande fiducia" le istituzioni umbre. Il progetto nei contenuti rimarrà comunque inalterato così come gestione e assetti direzionali.

"La speranza - ha detto Bracalente - è che il nuovo logo ci possa accompagnare fino alla fine del nostro percorso e quindi alla candidatura. Un percorso molto partecipato e che ha ricevuto il credito di tanti soggetti. Un progetto ambizioso, importante anche dal punto di vista economico".  Nei prossimi giorni il dossier di candidatura sara' presentato alla stampa estera a Roma.

"Il progetto di candidatura a Capitale europea della cultura nel 2019 - ha sostenuto Ricci - avra' come titolazione conclusiva 'Perugia 2019 con i luoghi di Francesco d'Assisi e dell'Umbria'. In questo modo la presenza di piu' nomi (Perugia, Assisi e Umbria) diviene 'ineccepibile' dal punto rivista formale, rispetto alle normative europee sulle candidature (più citta' o territori) ed anzi si ampliano ulteriormente i contenuti culturali del proposta attraverso il termine Francesco d'Assisi nei tempi di Papa Francesco".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento