rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca

Perugia, violentata dall'amico che l'ha invitata a bere, filmata e ricattata: due sotto processo

I due avrebbero approfittato della donna, minacciandola con un coltello e chiudendola in uno stanzino

Due persone sono comparse davanti al II Collegio del Tribunale penale di Perugia per rispondere dell’accusa di aver violentata una ragazza mentre era sotto l’effetto della droga dello stupro, di averla filmata e poi ricattata con il video e costretta a subire una seconda violenza.

I due uomini, difesi dagli avvocati Gaetano Figoli e Gianfranco Virzo, sono accusati di violenza sessuale, estorsione, lesioni e minacce.

Secondo quanto raccontato dalla donna, il 28 giugno del 2019 era andata a casa di uno dei due imputati, un peruviano 45enne. I due avevano bevuto insieme della birra, ma poi lei era svenuta. In uno stato di confusione mentale, ricordava di essere stata toccata e abusata. La mattina era riuscita a scappare dall’abitazione.

Qualche giorno dopo delle amiche le avevano detto che nella comunità sudamericana circolava un video di lei con l’uomo. Quel video sarebbe stato utilizzato dal secondo imputato per ricattarla, accompagnando il tutto con la minaccia di un coltello: “Fai sesso con me o faccio vedere il filmato ai tuoi datori di lavoro”.

Uno degli imputati con la minaccia di un paio di forbici e di un coltello avrebbe costretto la donna a subire rapporti sessuali, per poi ricattarla con il video. L’altro imputato avrebbe chiuso a chiave la donna in una stanza per costringerla ad avere rapporti sessuali con lui e l’avrebbe derubata di 70 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, violentata dall'amico che l'ha invitata a bere, filmata e ricattata: due sotto processo

PerugiaToday è in caricamento