rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca

Vende la Play online a 200 euro, ma è una truffa: 35enne sotto processo

L'uomo avrebbe incassato i soldi senza spedire nulla. Rintracciato tramite il cellulare usato per la trattativa e il conto corrente

Mette in vendita una consolle di videogiochi su internet, incassa il bonifico e sparisce. Rintracciato grazie al conto corrente su cui è stata versata la somma, finisce sotto processo per truffa.

L’imputato, un 35enne napoletano, con precedenti di polizia e penali, difeso dall’avvocato Giovanna Mirella Anania, è accusati di truffa “perché con artifizi e raggiri consistiti nel pubblicizzare sul sito internet www.subito.it la vendita di una Play Station 4 Pro, induceva in errore” l’acquirente “sulla reale disponibilità della merce”.

Secondo la Procura di Perugia, l’uomo dopo essere stato contattato telefonicamente, tramite Whatsapp, avrebbe concordato la vendita “della Play Station al prezzo di 200 euro, da versarsi a mezzo bonifico bancario su conto corrente” ma fornendo un nome falso dell’intestatario del conto bancario.

Per l’accusa, “invero la merce falsamente in vendita non veniva spedita e il conto corrente risultava intestato” all’imputato che “si procurava un ingiusto profitto con corrispondente danno della persona offesa di 200 euro”.

Le forze dell’ordine erano risalite all’identità del venditore tramite il numero di telefono utilizzato per chiudere l’affare e il conto corrente su cui erano stati versati i soldi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vende la Play online a 200 euro, ma è una truffa: 35enne sotto processo

PerugiaToday è in caricamento