rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca

Una insulta un'agente della Penitenziaria, l'altra spacca il vetro dell'infermeria: due detenute sotto processo

Le due donne sono accusate di danneggiamento e oltraggio a pubblico ufficiale

Due detenute nel carcere di Capanne sono finite davanti al giudice per due diversi reati compiuti a danno della proprietà dello Stato e contro gli appartenenti alla Polizia penitenziaria.

La prima imputato, una italiana di 44 anni, difesa dall’avvocato Fabrizio Castelvecchi, è accusata di danneggiamento “perché all’interno del reparto infermeria della casa circondariale Capanne di Perugia, danneggiava la finestra delle stanza di pernottamento numero 11 e dunque esposta per necessità e consuetudine alla pubblica fede, rompendo il vetro”.

La seconda, una 36enne peruviana sempre difesa dall’avvocato Castelvecchi, è finita davanti al giudice per rispondere dell’accusa di oltraggio a pubblico ufficiale per aver insultato una assistente di polizia penitenziaria “proferendo le frasi: terrona di mer… Tieni le mani a posto, io con la tua divisa mi pulisco il c… Morta di fame”.

Così facendo “turbava la regolarità del servizio di polizia e, in luogo pubblico e in presenza di più persone militari, ne offendeva l’onore nel compimento di un atto di ufficio e a causa delle sue funzioni”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una insulta un'agente della Penitenziaria, l'altra spacca il vetro dell'infermeria: due detenute sotto processo

PerugiaToday è in caricamento