Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Dopo la polemica sui "tempi" di Umbra Acque, la società risponde: "La verifica è immediata, i lavori a secondo della gravità: ecco come"

Dodici giorni per intervenire al guasto, considerato di media entità, in via dell'Acacia. Per l'azienda è normale e spiega le metodologie di intervento e il caso in questione

Le perdite d'acqua in via dell'Acacia e le relative rimostranze dei cittadini - arrabbiati per i ritardi - non sono passate inosservate. Umbra Acque ci ha inviato una mail dove spiega il proprio punto di vista, cosa è stato fatto e come si interviene, almeno loro, in caso di un guasto considerato di media entità. Ecco la loro spiegazione. Come sempre i nostri lettori-cittadini valuteranno liberamente questa spiegazione. Dalla segnalazione ai lavori sono passati 12 giorni. Per loro è normale. Per noi un po' meno.  (il direttore Nicola Bossi)


Umbra Acque non interviene e noi utenti ci rimettiamo. Inefficienza e mancata sostituzione di linee ammalorate

**************

Con riferimento all’articolo pubblicato il 27 luglio su “Perugia Today” relativamente ad una perdita in via dell’Acacia a Perugia, precisiamo che la segnalazione della perdita al centralino guasti è avvenuta il giorno 15 luglio, la verifica del guasto è stata eseguita dal personale operativo il giorno 16 luglio, catalogando il guasto con priorità MEDIA, mentre la riparazione è stata eseguita nella giornata odierna (27 luglio ieri per chi legge). Nel sopralluogo effettuato per la verifica della perdita idrica è stato infatti constatato, a differenza di riportato nell’articolo, l’assenza del pericolo di infiltrazioni nei cavidotti esistenti appurando che l’acqua fuoriusciva dal terreno e non dai cavidotti.

Umbra Acque ricorda che una volta giunta la segnalazione al numero verde, nel giro di poche ore la perdita è oggetto di un sopralluogo per stabilire l’entità del guasto e la riparazione viene inserita nel crono-programma di interventi che tiene di conto del livello di priorità e del grado di urgenza. Un po' come il triage al pronto soccorso, con l'assegnazione dei differenti codici ai pazienti in attesa: gli interventi classificati, a seguito di verifica in campo, come URGENTI vengono eseguiti entro 24 ore dal sopralluogo per la verifica della segnalazione, gli interventi con priorità MEDIA entro 10/15 giorni, quelli con priorità BASSA entro 15/20 giorni.

Nel periodo estivo inoltre è bene ricordare che si osserva fisiologicamente un incremento di guasti nelle reti idriche. La causa principale delle rotture è correlata, oltre all’incremento delle temperature che dà luogo a maggiori sollecitazioni sulle condotte e alle variazioni di portata/pressione dovute all’aumento dei consumi, anche alla vetustà delle condotte idriche.

Ovviamente c’è da sottolineare che nell’ottica dell’efficientamento dei cantieri, priorità viene attribuita alla sostituzione di porzioni di linea consistenti e dell’ordine di qualche centinaio di metri che consentono i maggiori recuperi idrici rispetto a situazioni locali quali prese per privati o zone di bassa densità abitativa che purtroppo rimangono in secondo piano e per le quali si ricorre alla riparazione, talvolta purtroppo anche frequente, fino alla programmazione della sostituzione appena è possibile anche con cantieri di taglia più piccola.

All’interno del “Programma degli Interventi 2020 - 2023”, una delle “poste” più importanti è senz’altro quella relativa proprio alla sostituzione delle linee acquedottistiche ammalorate. L’importo previsto annuo è di circa 5 milioni di euro con il quale è possibile andare a sostituire mediamente 50 chilometri di condotte annue.  I consistenti investimenti sulla rete idrica effettuati da Umbra Acque in questi anni, hanno consentito di passare dal 52 % di perdite complessive del 2016 al 45 % previsto per fine 2021 con un risparmio annuo di volume idrico di circa 750.000 metri cubi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo la polemica sui "tempi" di Umbra Acque, la società risponde: "La verifica è immediata, i lavori a secondo della gravità: ecco come"

PerugiaToday è in caricamento