menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia, tutti uniti per una città più solidale: passa la proposta di Valigi per istituire il “Disability manager”

Passa all'unanimità l'ordine del giorno dell'esponente leghista che è stato fatto proprio anche dagli assessori Merli, Cicchi e Pastorelli

Per abbattere le barriere (non solo architettoniche) a Perugia in favore delle persone con disabilità c'è bisogno di chi conosce bene la materia, di chi la vive "sul campo" e soprattutto di chi è portavoce delle tante difficoltà quotidiane per le persone con dissabilità. Per questo, per la prima volta, è stata proposta una figura nuova che possa fare da sia unione tra istituzioni locali, associazioni, mondo sportivo e soggetti diversamente abili che progettare spazi ed eventi. Questa figura, lanciata con una proposta ufficile da Luca Valigi (Lega), si chiama “Disability manager”.  "

"Da individuare - ha affermati Valigi - fra soggetti con comprovate esperienze e competenze nel campo delle politiche di parti opportunità e in particolare di inclusione delle persone con disabilità. Nell’ordine del giorno si chiede inoltre di individuare progetti di potenziamento delle attività sportive e di individuare un ulteriore spazio per far fronte alle tante richieste di ragazzi con disabilità che intendono prendere parte alle attività sportive organizzate dall’associazione asd Viva".

L'obiettivo è quello di pianificare nuove politiche e nuovo sostegno a 360 gradi ai disabili partendo dallo sport fino ad arrivare all'inclusione sociale e alla mobilità in città. Oltre al disability manager Valigi ha lanciato una serie di interventi che l'amministrazione deve fare propri: individuare soluzioni relative allo sviluppo di progetti analoghi a quello finanziato dal Comune di Marsciano a tutela dei progetti di potenziamento delle attività sportive rivolte a persone con disabilità, essendo peraltro già stata avviata anche a livello regionale una piena sinergia in tale senso; concessione del Patrocinio non oneroso per sostenere il progetto di inclusione sociale perseguito, nonché per tutte le iniziative organizzate dalle predette associazioni a fini informativi e divulgativi verso la popolazione; individuazione di un ulteriore spazio per far fronte alle tante richieste di ragazzi con
disabilità, che intendono prendere parte alle attività sportive organizzate da A.S.D. VIVA; inserimento di notizie riguardanti informazioni ed iniziative all’interno di un’apposita sezione sul sito del Comune.

La proposta ha ottenuto in commissione il voto favorevole anche dell'opposizione, dalle associazioni invitate in aula e il pieno sostegno degli assessori Clara Pastorelli, ai servizi sociali Edi Cicchi e Luca Merli. In particolare l'assessore Cicchi si è detta convinta che la tematica della disabilità deve essere affrontata in maniera globale e non più come servizio sociali.

 "In questo contesto l’auspicio è che il tema della disabilità possa essere “scardinato” dai soli servizi sociali, visto che sono necessari interventi coordinati che interessano molteplici assessorati, magari proprio tramite il coordinamento del disability manager, costruttore di rete. Tuttavia deve trattarsi di una figura adeguatamente formata. E' necessario lavorare per far sentire le persone con disabilità cittadini a tutti gli effetti, fornendo servizi reali soprattutto nel post-scuola".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento