rotate-mobile
Cronaca

Emergenza violenza, la svolta | Ecco la super-rete per Perugia e Corciano per difendere le donne e i minori

“Il tema della violenza sulle donne è drammaticamente attuale ed in costante e significativa crescita": ha sottolineato l’assessore Cicch

La cronaca nera di Perugia e provincia e quella giudiziaria, ogni giorno, sono invase da articoli drammatici su reati come violenza in famiglia, stalking, arresti o allontanamenti dalla casa familiare e nella migliore delle ipotesi forze dell'ordine che evitano il peggio ma sequestrano preventivamente le armi. Le richieste di tutela e di presa in carico di donne, spesso con figli, è in forte crescita lungo l'asse Perugia-Corciano-Torgiano a fronte di fondi e strutture in sofferenza ma che coraggio portano avanti questa missione. Ma qualcosa sta cambiando grazie all'impegno dell'assessore Eddi Cicchi che con il nuovo protocollo anti-violenza  sulle donne ha allargato in maniera importante la rete di prevenzione e presa in cura delle vittime di violenza. 

La novità rispetto al precedente protocollo è che la rete si amplia notevolmente passando dagli originari sette partecipanti (Comune di Perugia in qualità di capofila della zona sociale 2, Prefettura, Questura, Carabinieri, Asl 1, centro pari opportunità ed associazione Liberamente donne) agli attuali 16, cui, nella fase di elaborazione del rinnovo, potrebbero aggiungersi anche altri organismi. Tra i nuovi partecipanti, infatti figurano il Tribunale di Perugia, la Procura della Repubblica presso il Tribunale, il tribunale per i Minorenni dell’Umbria, la Procura della Repubblica presso il tribunale per i Minorenni, la Regione Umbria, L’ufficio scolastico regionale, l’Azienda ospedaliera di Perugia, l’Ordine degli Assistenti sociali, l’ordine degli Psicologi, l’Ordine degli Avvocati di Perugia.

Spicca la presenza al tavolo dell’Ufficio Scolastico regionale il cui ruolo – ha sostenuto l’assessore – è determinante per far sì che l’attività di prevenzione, tra i punti centrali del protocollo, possa partire proprio dalle scuole per favorire una nuova e consapevole educazione civica ed il rispetto per l’altro fin dalla giovane età.

“Il tema della violenza sulle donne è drammaticamente attuale ed in costante e significativa crescita – ha sottolineato l’assessore Cicchi in sede di incontro – Per questo occorre far sì che la programmazione degli interventi per la prevenzione dei fenomeni e per il sostegno e la presa in carico delle vittime sia sempre più strutturata su un orizzonte temporale pluriennale. Ciò è stato recepito nel regolamento operativo, fortemente sollecitato dal
Comune di Perugia, emanato dalla Regione dell’Umbria che prevede proprio la costituzione di questa rete sociale, composta da molteplici attori, che deve essere in grado di costruire servizi concreti per la presa in carico e la tutela delle vittime della violenza di genere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza violenza, la svolta | Ecco la super-rete per Perugia e Corciano per difendere le donne e i minori

PerugiaToday è in caricamento