menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Progetto finanziato e deliberato, la ciclovia del Tevere si farà: 55 chilometri, 5 comuni, capofila Perugia

“Si tratta di un progetto particolarmente importante perché consentirà di valorizzare un’area di pregio ambientale particolarmente frequentata dai cittadini soprattutto nel periodo primaverile ed estivo"

Approvato il progetto di fattibilità e l’accordo di programma con gli altri comuni coinvolti per la realizzazione della ciclovia del fiume Tevere, nel tratto ricompreso tra Ponte San Giovanni e Ponte Rio (Todi). Il progetto si inserisce nell’ambito del cosiddetto “Pacchetto ciclovie”, varato dalla giunta regionale con delibera 530 del 2019, con l’obiettivo di promuovere la mobilità sostenibile in ambito urbano.

L’intervento, per un importo complessivo che sfiora gli 1,3 milioni di euro, è interamente finanziato dalla Regione dell’Umbria con fondi a valere sulle risorse Fsc 2014-2020. Il tratto della ciclovia Ponte San Giovanni-Ponte Rio si snoda su un percorso complessivo di 55 chilometri attraversando i Comuni di Perugia, Torgiano, Deruta, Marsciano, Fratta Todina, Monte Castello di Vibio e Todi: tutti gli enti hanno confermato il loro interesse alla realizzazione del progetto, stabilendo all’unanimità di attribuire al Comune di Perugia il ruolo di comune capofila per il disbrigo di tutte le pratiche tecnico-amministrative funzionali alla realizzazione dell’opera.

Si tratta di un progetto particolarmente importante – ha commentato l’assessore Otello Numerini – perché consentirà di valorizzare un’area di pregio ambientale particolarmente frequentata dai cittadini soprattutto nel periodo primaverile ed estivo. Peraltro l’intervento si inserisce perfettamente all’interno del piano urbano della mobilità sostenibile, adottato qualche tempo fa dal Comune di Perugia, all’interno del quale è prevista la specifica valorizzazione ed il potenziamento della cosiddetta mobilità dolce, ciclabile e pedonale. Mi sia consentito, infine, ringraziare tutti i comuni coinvolti in questo progetto, con i quali è stato condiviso ogni passaggio dello stesso e con cui ci accingiamo a sottoscrivere l’accordo di programma funzionale alla realizzazione di questa fondamentale infrastruttura”.

L’intervento è strategico per il territorio coinvolto anche alla luce del fatto che si inserisce nell’ambito della ciclovia di interesse nazionale “BI5 Romea-Tiberina”, che collega Tarvisio con Roma per una lunghezza complessiva di ben 800 chilometri.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento