Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Perugia, tira una testata in faccia al pedone che l'ha mandato "a quel paese": sotto processo per lesioni

L'imputato è accusato di aver colpito una donna e il compagno durante un diverbio per motivi stradali, ma anche di averla minacciata e di furto per averle strappato di mano il cellulare

Un diverbio stradale, le parole di troppo e un gesto inequivocabile sono all’origine di un processo a carico di un 54enne italiano, difeso dall’avvocato Giovanna Mirella Anania, con l’accusa di lesioni, minacce e furto.

Secondo la Procura di Perugia l’imputato “per motivi di viabilità ritenendo che una donna lo avesse mandato con un gesto a quel paese, la avvicinava e la colpiva con una testata al volto, causandole contusione lieve al volto e mano sinistra e stato ansioso”.

L’uomo è anche accusato di “aver percosso” l’ex coniuge della donna “che presente ai fatti era intervenuto in difesa della stessa”.

L’imputazione di furto, invece, riguarda quanto avvenuto subito dopo l’aggressione, in quanto la vittima avrebbe preso il cellulare per fotografare l’imputato e la targa dell’auto.

Secondo l’accusa, l’imputato avrebbe “al fine di non essere ripreso e di garantire l’impunità” dai reati precedenti, strappato di mano alla donna il cellulare e poi l’avrebbe minacciata: “La prossima volta pensa prima di darmi uno schiaffo (la donna dopo aver ricevuto la testata in volto aveva tirato uno schiaffo all’uomo, ndr), put… c’ho il cane in macchina, altrimenti ti ammazzavo, cosa pensavi di fare con il telefono, volevi prendermi la targa? Tanto c’ho il libretto del Cim e non mi fanno niente. Mi imbottiscono di pasticche e dopo mi lasciano andare. T’ammazzo”.

I fatti contestati all’uomo sono avvenuti a Perugia il 7 ottobre del 2017.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, tira una testata in faccia al pedone che l'ha mandato "a quel paese": sotto processo per lesioni
PerugiaToday è in caricamento