Perugia si illumina di rosso (stanotte) per esaltare il bomber Paolo Rossi

Il campione del Mondo del 1982 è stato anche un giocatore del Grifo nell'anno della Coppa Uefa 1979.80

Perugia ricorda illuminando i suoi due monumenti simbolo il campione del mondo del 1982 Paolo Rossi, ex grifone e molto legato alla città dove ha trovato il grande amore della vita, la giornalista Federica Cappelletti. Stanotte la Torre degli Sciri e la Fontana Maggiore si coloreranno di rosso, in ricordo del bomber toscano, tanto amato dagli italiani.

“Perugia non dimentica Paolo Rossi – ha sottolineato l’assessore allo sport Clara Pastorelli – perché Paolo Rossi è stato una bandiera del calcio italiano e del calcio perugino, con la sua classe, la sua professionalità ed i suoi gol che hanno fatto esultare ed innamorare tante generazioni. Nonostante il grande successo ottenuto, Paolo Rossi è sempre rimasto umile, divenendo, con il suo garbo ed i gesti gentili, un esempio per i tanti giovani che si avvicinano al mondo dello sport. Per questo abbiamo scelto di illuminare di rosso, in una sorta di legame virtuale con il cognome del calciatore, due dei nostri monumenti più belli, la Fontana Maggiore e la Torre degli Sciri per ricordare le gesta di un uomo che ha scritto un pezzo di storia dello sport italiano”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Umbria "arancione", Presidente Squarta: "E' assurdo". Lettera alle altre Regioni: "Uniti per ottenere subito soldi per i commercianti"

  • Coronavirus, anche l'Umbria verso la "zona arancione": cosa si potrà fare e cosa sarà vietato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'11 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento