rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca

Scritte omofobe sui cartelloni dell'Omphalos: "Siamo nel 2015 e succedono queste cose"

La campagna di sensibilizzazione precede il programma di eventi che Omphalos ha preparato per la Giornata Internazionale contro l’Omofobia e la Transfobia, che avrà il suo culmine domenica 17 maggio alle 15 con la presenza dell’associazione in Piazza Italia

Scritte omofobe sui grandi manifesti della Giornata Internazionale contro l’Omofobia e la Transfobia che si celebrerà in tutta Europa domenica 17 maggio. Questo pomeriggio un gruppo di volontarie e volontari di Omphalos Arcigay Arcilesbica, armati di scala e pennello, ha ripulito tutto.

“Questi episodi – commenta Patrizia Stefani, co-presidente di Omphalos – non fanno altro che ricordarci che l’omofobia è qualcosa di estremamente reale e purtroppo ancora presente nella nostra società. C’è chi si ostina ad affermare che in Italia le persone omosessuali e transessuali non subiscono alcuna discriminazione e che omofobia e transfobia sono solo un’invenzione del movimento gay. Bene, a voi stabilire se nel 2015, in un paese che si definisce civile, una campagna di sensibilizzazione contro le discriminazioni debba essere imbrattata con scritte omofobe. Evidentemente qualche problema c’è ed è bene che le istituzioni se ne facciano carico, ad esempio portando ad approvazione il testo di legge contro l’omofobia”. La campagna è stata diffusa attraverso manifesti, cartoline, locandine, adesivi e magliette con quattro slogan stampati a caratteri cubitali bianchi e neri su sfondo azzurro: “Alcune persone sono gay. E contano su di te!”. La campagna di sensibilizzazione precede il programma di eventi che Omphalos ha preparato per la Giornata Internazionale contro l’Omofobia e la Transfobia, che avrà il suo culmine domenica 17 maggio alle ore 15 con la presenza dell’associazione in Piazza Italia.

“La presenza in piazza è ora ancora più importante – sottolinea Emidio Albertini, co-presidente di Omphalos – sappiamo che la stragrande maggioranza delle cittadine e dei cittadini di Perugia non ha niente a che fare con chi commette simili azioni dettate da odio, ignoranza e stupidità. Per questo la Giornata Internazionale contro l’Omofobia e la Transfobia è un momento importante per ribadire insieme che la società che vogliamo è una società inclusiva, che non discrimina e uguale per tutte e tutti. Partecipare agli eventi di questa giornata significa esprimere il proprio supporto ad un battaglia di civiltà”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scritte omofobe sui cartelloni dell'Omphalos: "Siamo nel 2015 e succedono queste cose"

PerugiaToday è in caricamento