rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cronaca

Ambiente e futuro, l'assessore Numerini: "Puntare sul verde per tutelare la salute. Le nostre sfide: consulta e regolamento"

"Quando la cura del verde protegge la salute dell’uomo": è stato il titolo dell'incontro cittadino organizzato da Comune di Perugia, Lions club zona 9B e Amar (associazione di volontariato per le malattie respiratorie), sul tema “verde e salute"

"Quando la cura del verde protegge la salute dell’uomo": è stato il titolo dell'incontro cittadino organizzato da Comune di Perugia, Lions club zona 9B e Amar (associazione di volontariato per le malattie respiratorie), sul tema “verde e salute" a cui hanno partecipato numerosissimi studenti delle scuole del centro storico presenti, oltre che gli l’assessore all’ambiente del Comune di Perugia Otello Numerini ed il vice sindaco Gianluca Tuteri.

Il verde, in sostanza, non va più visto solo come un elemento di decoro (puntando quindi l’attenzione sulla mera manutenzione ordinaria), ma soprattutto va valorizzato in ragione dei molteplici benefici ecosistemici che esso determina. Per fare questo è necessario che gli enti locali si dotino di alcuni strumenti fondamentali per la pianificazione: il censimento del verde, il regolamento del verde ed il piano del verde.

“Il Comune di Perugia – ha spiegato Numerini - nella precedente consiliatura si è dotato di un censimento del verde che stiamo ampliando e migliorando attualmente nell’ambito del progetto Life Clivut. Ci siamo dotati, altresì, di un censimento del patrimonio arboreo da cui sono emersi numeri importanti con circa 48mila esemplari presenti nelle aree verdi e lungo i viali cittadini. In questa consiliatura infine siamo arrivati ad approvare il regolamento del verde. Ora l’ambizione, prima del termine dell’attuale mandato, è di costituire una consulta del verde ed approvare il piano del verde: se riuscissimo a farlo, infatti, Perugia si porrebbe all’avanguardia in questo contesto rispetto alla situazione diffusa in Italia”.

Parlando di benefici ecosistemici, Numerini ha spiegato che si tratta di esternalità positive che il verde fa ricadere su tutti i cittadini e sul territorio in generale, in termini di benefici psicofisici, produzione di ossigeno, riduzione anidride carbonica, ecc. Ecco perché, secondo Numerini, è utile parlarne soprattutto ai giovani che sono depositari del futuro.

All'incontro sono state proposte importanti relazioni:  “realizzazioni a verde e benefici per l’uomo” (di Aldo Ranfa già docente di botanica ambientale ed applicata)   “Progetto Life clivut, attività di forestazione urbana" (di Marco Fornaciari da Passano DICA Unipg), “ambiente e salute respiratoria”: (di Marco Dottorini, Amar) “la salute dello spirito e la forma del giardino" (di Massimo De Vico Fallani Architetto Aiapp) e Francesca Dini PEFC Italia: “i servizi ecosistemi delle foreste, quali sono le caratteristiche che rendono salutistica la frequentazione di un bosco".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambiente e futuro, l'assessore Numerini: "Puntare sul verde per tutelare la salute. Le nostre sfide: consulta e regolamento"

PerugiaToday è in caricamento