Caccia, Mancini (Lega): “Salta la pre-apertura: la Giunta di centrosinistra scontenta anche i cacciatori"

“Questa Giunta, ormai dimezzata e quasi al termine del suo mandato, colleziona soltanto fallimenti riuscendo a scontentare tutti, in ultimo anche i cacciatori umbri”. L'analisi politica porta la firma del capogruppo della Lega Valerio Mancini che si è soffermato sulla decisione della mancata pre-apertura della stagione venatoria come avveniva negli anni passati. Cancellate le due giornate di pre-apertura. 

“Il Piano Faunistico Venatorio era scaduto dal 2015 – ha spiegato Mancini -  ma la Giunta si è ridotta a portarne uno nuovo in aula soltanto l’8 agosto 2019, quando peraltro ci si trovava già ad operare in regime di ordinaria amministrazione a causa delle dimissioni della Marini. Nonostante non si potesse votare, in quanto il documento era stato dichiarato illegittimo dagli uffici regionali a causa delle circostanze in cui è stato presentato, ho consentito la discussione mantenendo il numero legale e ho anche espresso voto favorevole perché convinto che tutelasse sia il mondo venatorio, l’ambiente e il mondo agricolo, così pesantemente danneggiato dagli ungulati e da tutte le specie nocive. La giunta, sgretolata, tra defezioni dovute a vicende giudiziarie e abbandoni causati dalla tentazione di poltrone romane ben più attraenti, ha deluso ancora una volta i cittadini". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La Lega - ha chiosato il Capogruppo Mancini - è sempre stata al fianco dei cacciatori: anche lo scorso anno mi sono battuto sia in Assemblea Legislativa che in Consiglio Comunale a Città di Castello per evitare la costituzione del Parco del Catria e Nerone, che molto interessava invece la sinistra, tentata come al solito dalle poltrone. Una volta al governo di questa regione, quando si dovrà procedere alle modifiche del Piano Faunistico Venatorio, saremo pronti ad accogliere le istanze degli agricoltori, vessati dagli animali selvatici che distruggono il loro lavoro, e dei cacciatori, cosicché, negli anni a venire, non si creino disguidi che compromettono la stagione di caccia, come è accaduto quest’anno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Coronavirus in Umbria, la mappa del contagio al 19 maggio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

  • Continua la campagna anti-Umbria sui contagi, ma il bollettino smentisce tutti: zero contagiati anche oggi, zero morti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento