Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Il Grifo in serie B, i festeggiamenti alla sala dei Notari, il sindaco a staff e squadra: "Ora in serie B senza temere nessuno"

Giornata di festa questa mattina nel luogo simbolo di Perugia: doni e ringraziamenti allo staff e alla squadra che ha conquistato la promozione. Pastorelli: "Ora fare squadra tutti: dai tifosi al presidente"

Le delusioni in coppa di Lega sono già archiviate, anche se dopo la sconfitta nel derby con la Ternana. Per il Perugia calcio questa domenica è stata comunque all'insegna dei festeggiamenti per la promozione in serie B nel luogo simbolo della città: la Sala dei Notari. Il sindaco Andrea Romizi e l’assessore Clara Pastorelli (presente anche l’assessore Luca Merli) si sono fatti portavoce della gioia di un’intera città, pronta a ripartire, anche sportivamente, dopo un anno di restrizioni legate alla pandemia. Dunque Grifo in prima pagina, come merita, perché quella ottenuta nella stagione 2020-2021 non è stata una promozione facile, né, tanto meno, scontata, ma è un successo che cancella sul campo la delusione dell’estate 2020. Ad aprire l’incontro è stato l’assessore allo sport Clara Pastorelli che ha espresso la sua personale felicità per la presenza dell’Ac. Perugia, non soltanto con la dirigenza, ma soprattutto con tutti i suoi giocatori, particolarmente felici di partecipare all’evento.

“Abbiamo deciso di festeggiare questo grande risultato tutti insieme dopo aver seguito le vostre gesta dal primo all’ultimo momento. Ci sentiamo oggi di rivolgervi un sentito grazie  perché, dopo un anno difficilissimo sotto vari punti di vista, siete riusciti a compiere un autentico miracolo. Si tratta – ha continuato l’assessore – di un risultato molto importante per la città e di grande prestigio, perché giunto subito dopo una dolorosa retrocessione. Grazie quindi a tutti voi per averci creduto sempre, a partire dal mister Caserta, capace quest’anno di fare la differenza. Sappiamo che dietro di voi c’è una società molto seria, una vera e propria “famiglia” che con impegno ed abnegazione riesce a  gestire nel migliore dei modi e con correttezza una società di calcio, lavorando bene con i giovani ed in stretta collaborazione con la nostra Amministrazione”.

Il sindaco Andrea Romizi ha ricordato la difficile stagione dello scorso anno, vissuta insieme ad un periodo doloroso a causa della pandemia, sottolineando come “questo gruppo si sia messo al lavoro e sia stato in grado di farcela, mettendo in campo scelte di buon senso e quindi azzeccate, a cominciare dall’ingaggio di mister Caserta, uomo competente e preparato, ma soprattutto con una dimensione umana importante e di grande equilibrio. Un ringraziamento quindi a tutta la squadra, al Presidente Santopadre, ai dirigenti, e ai giocatori, per l’impegno e la tenacia con cui hanno affrontato partita per partita una stagione molto complessa, con l’obiettivo da parte di tutti di riportare il Perugia in serie B. Un ringraziamento anche alla Città e ai tanti tifosi che non hanno mai fatto mancare il loro sostegno alla squadra”. Per il sindaco da oggi si riparte “per un’altra sfida con serenità, tenacia ed umiltà ma senza temere il confronto con nessuno”.

Al termine dell'incontro utti i componenti dell’Ac Perugia, giocatori, tecnici, dirigenti sono sfilati davanti al sindaco ed all’assessore Pastorelli per ricevere un piccolo dono, mentre è stato il capitano Gabriele Angella a consegnare agli amministratori una maglia ricordo ed un gagliardetto autografato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Grifo in serie B, i festeggiamenti alla sala dei Notari, il sindaco a staff e squadra: "Ora in serie B senza temere nessuno"

PerugiaToday è in caricamento