rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Cronaca

Perugia, rubano bancomat agli anziani e prelevano tutto quanto c'è sul conto: in manette terzetto di ladri seriali

I tre distraevano con uno stratagemma la vittima, gli sottraevano la carta magnetica e poi svuotavano il conto avendo spiato il pin

I Carabinieri della Stazione di Perugia hanno sgominato una banda formata da tre persone, due maschi e una femmina, per più furti di bancomat effettuati allo sportello, a danno di anziane vittime, e per i successivi indebiti prelievi utilizzando la carta bancomat sottratte.

Su richiesta della Procura di Perugia il giudice per le indagini preliminari ha emesso tre ordinanza di custodia cautelare in carcere.

I furti e i prelievi di denaro sarebbero avvenuti, in due casi specifici, a Perugia nel 2021, a Ponte San Giovanni e in centro storico, ma nel corso delle indagini sono emersi altri episodi collegati con in Friuli Venezia Giulia, Veneto e Marche, portati a compimento con identiche modalità operative. Tanto che il terzetto risulta indagato anche da altre Procure.

Secondo le indagini i furti con destrezza venivano realizzati con una tecnica assolutamente consolidata e ripetuta dai tre soggetti; innanzitutto, veniva individuata la vittima nei pressi degli sportelli ATM, generalmente anziani, intenta ad eseguire operazioni di prelievo.

Una volta che la persona aveva inserito la carta all'interno dello sportello automatico, uno dei complici osservava il numero del pin digitato, a quel punto, un altro appartenente della banda, di solito una donna, dopo aver fatto cadere a terra in prossimità del bancomat, una banconota da 20 o 50 euro, richiamava l'attenzione dell'ignara vittima, chiedendo se la banconota fosse sua. Il terzo, invece, fungeva da palo all'esterno dell'istituto di credito per evitare che altri utenti potessero entrare nell'ATM.

Approfittando dell'attimo di distrazione del malcapitato, veniva sostituita la carta bancomat con un'altra precedentemente sottratta ad altri sempre del medesimo istituto bancario in modo che la vittima non si potesse accorgere della sostituzione.

Dopo aver atteso che la vittima si era allontanata dalla zona ATM gli indagati iniziavano a prelevare denaro dal bancomat rubato, fino al raggiungimento del limite massimo giornaliero o a utilizzarla in esercizi commerciali. I prelievi continuavano poi nei giorni successivi per terminare una volta esaurito il plafond massimo o per il blocco della carta a seguito di denuncia di smarrimento.

I militari hanno dato un volto al terzetto esaminando i filmati delle videocamere interne delle banche dove erano avvenuti i furti.

I tre soggetti identificati sono cittadini rumeni senza fissa dimora in Italia ed è stato necessario, per reperirli, estendere le ricerche in ambito internazionale attraverso un mandato di arresto europeo che, il 12 agosto ha consentito l'estradizione dalla Romania di uno dei componenti del gruppo ed il relativo arresto ad opera delle forze di polizia italiane.

Un altro componente è stato pure individuato dalla polizia rumena e sarà estradato in Italia non appena avrà risolto alcune pendenze giudiziarie in quel Paese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, rubano bancomat agli anziani e prelevano tutto quanto c'è sul conto: in manette terzetto di ladri seriali

PerugiaToday è in caricamento