rotate-mobile
Cronaca

Rissa in corso Vannucci, i testimoni in aula: "Si picchiavano con calci e pugni, poi hanno tentato di prendere sedie e tavolini"

Due giovani sono accusati dei tafferugli e violazione delle norme anti Covid, un terzo imputato è stato espulso dopo aver patteggiato

Il Covid imperversava ancora, le mascherine erano obbligatorio anche all’aperto, il coprifuoco impediva di stare troppo in giro la sera. Quella sera del 6 giugno del 2020, però, tre giovani stranieri hanno deciso ugualmente di regolare i conti in sospeso, scatenando una rissa in corso Vannucci.

A finire davanti al giudice con l’accusa di rissa e violazione delle normative anti Covid sono stati un ragazzo del Gambia di 24 anni, difeso dall’avvocato Ilario Taddei, e uno della Costa d’Avorio di 22 anni, difeso dall’avvocato Andrea Galmacci. Un terzo straniero, gambiano di 26 anni, era stato arrestato e subito espulso dopo aver definito il procedimento con un rito alternativo.

La rissa, secondo la ricostruzione fornita oggi in aula dalle forze dell’ordine, era scoppiata nella notte in centro storico. I tafferugli erano avvenuti in mezzo alle persone che ancora affollavano il centro ed erano stati subito riferiti al centralino della Questura con diverse telefonate.

Come raccontato dai testimoni, i tre si erano affrontati prima con pugni e calci, poi avevano cercato di afferrare sedie e tavolini degli esercizi commerciali che si trovano sul suolo pubblico, ma che per fortuna erano già stati legati dal personale.

Sul posto era arrivata una pattuglia della Squadra Volante ed erano stati fermati tre ragazzi africani che si stavano picchiando. Nel corso della lite avevano riportato ferite alla testa, con tagli e abrasioni sulla fronte.

Per tutti e tre era scattato l'arresto per rissa aggravata e lesioni, oltre alla multa per la violazione delle misure di contenimento del Coronavirus.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa in corso Vannucci, i testimoni in aula: "Si picchiavano con calci e pugni, poi hanno tentato di prendere sedie e tavolini"

PerugiaToday è in caricamento