menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia al confronto con 9 città: sono troppi i punti deboli del capoluogo

Presentata oggi, 4 dicembre, l'analisi di Cittalia - Anci Ricerche, dal titolo "Dalla città reale alla città immaginata". Ed è così che appare un quadro completo di una Perugia messa a confronto con altre nove città italiane

Un’analisi completa che studiata nel dettaglio non ha nulla di rassicurante. L’indagine che ha svolto infatti Cittalia – Anci Ricerche su Perugia, dal titolo “Dalla città reale alla città immaginata”, delinea un quadro completo del capoluogo umbro in grado di mettere a fuoco i punti di forzi e quelli deboli. Uno specchio, presentato oggi, 4 dicembre, in sala dei Notari, uscito fuori mettendo Perugia a confronto con altre nove città: Padova, Ravenna, Parma, Siena, Sassari, Foggia, Pavia, Pescara, Ferrara.

Ovviamente non poteva mancare il riferimento alla sicurezza urbana. Premesso che i dati illustrati nel benchmarking si riferiscono al complesso dei delitti denunciati nelle province e, considerato inoltre che la delittuosità è solitamente maggiore nei centri urbani maggiori, la città di Perugia in questo speciale benchmarking si posiziona in terza posizione. Ma se poi si va nel dettaglio si scopre che la città è particolarmente famosa per eventi delittuoso efferati. Niente viene riferito sullo spaccio.

E l'ambiente? Se da una parte Perugia appare una città virtuosa in termini di minor consumo elettrico procapite, c’è chi sottolinea che la qualità dell’aria nella città è bassa. La concentrazione, infatti, di PM10 ha superato svariate volte i limiti imposti dalla legge. Un dettaglio non da poco che si traduce in termine di qualità di vita e benessere salutare.

Sono sempre meno, invece, gli studenti che si iscrivono a Perugia. La variazione del numero complessivo di iscritti è di -13,3%  nell’Università degli studi di Perugia, e del -37,8% nell’Università per Stranieri. Anche se di fatto la città presenta una molteplicità di offerta nel settore dell’istruzione superiore. Rispetto alle altre città del benchmarking, su questo indicatore la città di Perugia si posizione al 9° posto, ovvero penultima.

E se si guarda poi all’economia la città di Perugia risulta essere terza, dietro a Padova e Parma, rispetto al numero di addetti alle imprese. Riguardo al reddito disponibile la città di Perugia è invece solo in sesta posizione, superata da Pavia, Padova, Siena, Parma e Pescara. Ma il numero di disoccupati, sempre stando ai dati, continua ad aumentare, cedendo così il posto a una crisi economica che sembra non terminare. Anche i turisti sono sempre meno e si scopre che anche se ci sono numerosi immobili in offerta, il mercato è fermo.

Infine niente da ridire sulla cultura, fiorente e prolifica come non mai, mentre i cittadini tendono ad aumentare (*11,5%, iscrizioni all’anagrafe), diminuiscono invece gli stranieri. Fieri del fatto, come si evince dai dati, che la popolazionesi distingue per il suo elevato livello di scolarizzazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento