Fontivegge, rapina due turisti danesi che aspettano il treno: arrestato

In manette un 27enne, vecchia conoscenza della Polizia, poi spedito nel carcere di Capanne. Ha cercato di sfuggire all'arresto picchiando gli agenti

Perugia terra di frontiera. Ieri sera, lunedì 13 luglio, le Volanti, dirette dal Commissario Capo Adriano Felici, hanno arrestato H.B.S., tunisino del 1988, per un tentativo di rapina ai danni di due cittadini danesi, i quali si trovano in Italia per turismo.

Erano passate da poco le 23, ricostruiscono dalla questura, quando i danesi, che attendevano a Fontivegge il treno che li avrebbe dovuti condurre a Firenze, sono stati avvicinati da due nordafricani. Dopo un’iniziale proposta di acquistare della droga, subito rispedita al mittente, i maghrebini sono passati alle maniere forti: uno di loro ha strappato il portafoglio ad uno dei turisti e ha tentato la fuga. Non è andato molto lontano. Il derubato gli è piombato addosso e lo ha bloccato per riprendersi il portafoglio, ma a quel punto l’altro nordafricano è intervenuto in difesa del proprio complice. Così il maghrebino è riuscito a dileguarsi.

Non è andata altrettanto bene all’altro nordafricano – H.B.S. – bloccato dalle Volanti. C’è da dire, scrive la questura, “che il tunisino ha opposto loro una fiera resistenza, spintonandoli, scalciando ripetutamente e procurando anche delle leggere abrasioni all’avambraccio di un agente, successivamente giudicate guaribili in due giorni”. Alla fine, però, l’uomo è stato domato e condotto in Questura. Qui è emerso che si tratta di una vecchia conoscenza delle forze dell’ordine, gravato da precedenti per reati contro il patrimonio, contro la persona e in materia di sostanze stupefacenti.
Peraltro, il 28enne era già ricercato dalla Polizia, poiché nei suoi confronti doveva essere eseguito un ordine di carcerazione emesso da pochi giorni. Così, le Volanti da un lato hanno dato esecuzione al provvedimento, e dall’altro hanno arrestato H.B.S. per i reati di rapina tentata, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Per il tunisino, un lungo soggiorno a Capanne. Quanto al complice del 28enne, la Polizia è al lavoro per attribuirgli un volto e un nome, in modo da assicurare anche lui alla giustizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Pizza a lievitazione naturale, ecco le migliori pizzerie di Perugia

  • Documento Unico di Circolazione e bollo auto, cosa è cambiato nel 2020

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Omicidio Polizzi, libero il killer Menenti. Il fratello della vittima pubblica le foto del cadavere: "Ecco come lo ha ridotto"

  • Spara con un fucile alla sorella e al fidanzato: 32enne in Rianimazione

Torna su
PerugiaToday è in caricamento