“Quartiere nel degrado, associazioni dimenticate dal Comune": la lettera della Cgil al sindaco Romizi

Cgil e Spi scrivono al sindaco per chiedere un intervento di rilancio di questa area cittadina

"Signor sindaco, con la presente nota le segnaliamo lo stato di abbandono, incuria e degrado ambientale che caratterizza una delle frazioni più popolose della città di Perugia: Ponte Felcino”. Inizia così la lettera aperta che la Cgil di Perugia e la lega Spi Cgil Perugia-Corciano-Torgiano indirizzano al primo cittadino del capoluogo umbro, Andrea Romizi, per chiedere un intervento mirato questa parte della città. 

Il sindacato sottolinea in particolare lo stato di forte difficoltà in cui versano le tante associazioni del quartiere, che hanno storicamente avuto un ruolo fondamentale a Ponte Felcino: "Alcune di queste sono state vere e proprie agenzie educative - scrive la Cgil - ma ormai da tempo sono in sofferenza perché, a fronte di finanziamenti sempre più scarsi, e gravate di oneri e competenze che prima erano a carico dell'amministrazione comunale”. 

C’è poi il nodo della manutenzione del CVA che necessita di interventi straordinari: “Ad oggi non è stata neanche iniziata chiediamo che l’amministrazione sostenga le associazioni e renda fruibile, pur nei limiti imposti dall’emergenza Covid, il Cva”.

Altra nota dolente è lo stato di abbandono del Bosco didattico: "Preoccupa lo stato di grave declino di questa importante area verde, una delle eccellenze, non solo di Perugia ma dell'intera Umbria - scrivono ancora Cgil e Spi - Non si è dato seguito al progetto, già approvato dal consiglio comunale nel 2009 del Centro per la Sostenibilità e la Tutela ambientale, con ristrutturazione del Molino della Catasta. A più di 20 anni dalla sua nascita il Bosco Didattico ha bisogno di manutenzioni sia per riportare le collezioni vegetali alla loro integrità originale, che per la sicurezza delle sue strutture e dei suoi impianti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In generale sono tutte le aree verdi di Ponte Felcino ad essere, secondo il sindacato, bisognose di un intervento urgente: un esempio è proprio l’area verde nei pressi della sede del sindacato, in via Giacomo Puccini 58, che versa in "uno stato di incuria e di abbandono tale che provoca un forte disagio nei cittadini che la devono attraversare e chiedono a noi di provvedere”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carlo Acutis, tante le richieste di visita: posticipata la chiusura della tomba del beato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 15 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento