Cronaca

Clandestini e criminali, Questura e Ufficio Immigrazione fanno gli straordinari: in 3 mesi 61 espulsi dall'Umbria

Importante la collaborazione contastante con la Prefettura. Sale il numero delle espulsioni con accompagnamento diretto alla Frontiera

Gli stranieri violenti, i clandestini e gli affiliati ai clan dello spaccio - che spopolano purtroppo nell'area di Fontivegge - più del carcere temono il ritorno obbligato nei Paesi d'origine. Ed è per questo che la Questura di Perugia, grazie all'ottimo lavoro dell'Ufficio Immigrazione, utilizza (ove possibile) lo strumento dell'espulsione per arginare il fenomeno della droga e della violenza nel capoluogo e provincia. I dati dell'ultimo trimestre diramati dalla Questura sono indicativi della mole di lavoro svolto dalla nostra Polizia: nell’ultimo trimestre, in collaborazione con la Prefettura, sono state eseguite 13 espulsioni con accompagnamento immediato, 4 accompagnamenti ai Centri di Permanenza per il Rimpatrio, 39 Ordini di Espulsione del Questore della provincia di Perugia, Antonio Sbordone, 5 partenze volontarie (per evitare il carcere) e 8 obblighi di presentazione con trattenimento del relativo passaporto, per un totale di 69 provvedimenti. 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clandestini e criminali, Questura e Ufficio Immigrazione fanno gli straordinari: in 3 mesi 61 espulsi dall'Umbria

PerugiaToday è in caricamento