Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Anche a Perugia è sceso in piazza il popolo del dissenso: no al green pass, sì la libertà di scelta terapeutica"

Dalle 21 di ieri sera si sono radunati in Piazza IV Novembre oltre 200 sostenitori del Fronte del Dissenso. Critiche sui vaccini

Una manifestazione pacifica e partecipata da circa 200 persone è andata in scena ieri sera al centro storico di Perugia per ribadire un no deciso al green pass: molti dei partecipanti, non tutti, sono convinti sostenitori anche del no al vaccino considerato da alcuni "ad oggi poco sicuro perchè ancora in una fase sperimentale" e da altri pericoloso e non utile per fermare il virus che si "combatte in caso di contagio con le cure domiciliari". Ad organizzare la manifestazione il Fronte del dissenso umbro che conta, su Fb, una pagina con quasi 300 sostenitori.

fronte-del-dissenso-3-2Il popolo umbro no green pass era formato da un po' tutte le fasce di età. Pochissime le mascherine nonostante una presenza di manifestati nutrita e non sono mancate anche le stelle gialle che simboleggiano la dittutura sanitaria nei confronti di quei cittadini che non accettano vaccinazione e green pass; quest'ultimo entrerà in vigore il prossimo 6 agosto. Il fronte del dissenso Umbria, in linea con quello delle altre regioni, contesta il Governo perche "con il green pass si vuole imporre un vaccino sperimentale, e di scarsissima efficacia, senza avere peraltro il coraggio di decretarne formalmente l’obbligo".

Chi è sceso in piazza a Perugia ha ribadito anche che si batte " in difesa dei diritti costituzionali, per la libertà di scelta terapeutica". Il nemico oltre il Governo sono le multinazionali che, a loro dire, grazie a queste "misure liberticide daranno un’ulteriore mazzata a tante piccole attività che l’oligarchia economica vuole distruggere". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche a Perugia è sceso in piazza il popolo del dissenso: no al green pass, sì la libertà di scelta terapeutica"

PerugiaToday è in caricamento