Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca

Caso Shalabayeva, la Procura generale chiede la condanna dei super poliziotti per sequestro

Le richieste del procuratore generale Sottani e del sostituito CIcchella

Condanna per Renato Cortese e Maurizio Improta a 4 anni di reclusione con 5 anni di interdizione dai pubblici uffici per l'accusa di sequestro di persona. È la richiesta della Procura Generale di Perugia, con il procuratore generale Sergio Sottani e il sostituto Claudio Cicchella, nella requisitoria del processo in Corte d'appello di Perugia, sull'espulsione di Alma Shalabayeva e la figlia allora minorenne.

Quattro anni sono stati chiesti anche per i poliziotti Francesco Stampacchia e Luca Armeni. Mentre per il poliziotto Vincenzo Tramma sono stati chiesti 2 anni e 8 mesi per il quale la Pg ha chiesto il riconoscimento delle attenuanti generiche. Assoluzione perché il fatto non costituisce reato è stata, invece, chiesta per Stefano Leoni, e per il giudice di pace, Stefania Lavore. La Procura ha, invece, sollecitato l'assoluzione per i reati di falso, per intervenuta prescrizione.

Alma Shalabayeva, moglie del dissidente kazako Muktar Ablyazov, era presente in aula, assistita da un interprete. Presenti in aula anche i 7 imputati, tra i quali l’ex capo della Squadra Mobile di Roma ed ex questore di Palermo Renato Cortese, l’ex capo dell’ufficio immigrazione della questura di Roma, Vincenzo Improta.

Il 14 ottobre del 2020 Cortese, Improta, e i due poliziotti Francesco Stampacchia e Luca Armeni erano stati condannati, in primo grado, a una pena di cinque anni di reclusione e all’interdizione perpetua dei pubblici uffici, il giudice di pace Stefania Lavore a due anni e sei mesi e gli altri poliziotti, Stefano Leoni a tre anni e mezzo di reclusione mentre Vincenzo Tramma a quattro anni. Condanne che, tranne che per il giudice di pace, avevano riconosciuto oltre ai i falsi, anche del reato di sequestro di persona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Shalabayeva, la Procura generale chiede la condanna dei super poliziotti per sequestro
PerugiaToday è in caricamento