rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca

CARO BOLLETTE / Niente zone al buio a Perugia, varato il Piano risparmio energetico: come cambia riscaldamento immobili, illuminazione e uffici

Azioni sperimentali di risparmio energetico a basso impatto: durerà 12 mesi. Le decisioni dell'amministrazione comunale

Il caro-bollette della luce e del riscaldameno è un incubo anche per il Comune di Perugia che ha dovuto fare un assestamento di bilancio per evitare tagli e contenere al massimo le spese. L'amministrazione comunale del sindaco Andrea Romizi ha messo a punto anche un piano che dal primo novembre scatterà: sono azioni sperimentali di risparmio energetico a basso impatto. 

IL PIANO 
Dal 1° novembre spegnimento dell’illuminazione pubblica all’alba anticipato di un’ora su tutto il territorio comunale; attivazione degli impianti di riscaldamento degli immobili comunali a partire dal 7 novembre anziché dal 22 ottobre, salvo eventuali diverse esigenze legate alle condizioni metereologiche; interventi tesi al risparmio energetico relativi all’organizzazione delle attività degli uffici e alla gestione degli immobili comunali.

Si tratta di azioni cautelative volte a contrastare e ridurre l’impatto del caro bollette sul bilancio, salvaguardando, al contempo, le esigenze di sicurezza dei cittadini e i servizi essenziali. "Molto è già stato fatto negli anni passati - hanno ribadito dall'amministrazione comunale - attraverso l’efficientamento degli impianti di illuminazione e termici, nonché gli interventi di relamping effettuati in alcune sedi comunali. Tutti gli assessorati competenti restano comunque impegnati in un continuo monitoraggio della situazione al fine di elaborare ulteriori misure da mettere in campo". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CARO BOLLETTE / Niente zone al buio a Perugia, varato il Piano risparmio energetico: come cambia riscaldamento immobili, illuminazione e uffici

PerugiaToday è in caricamento