menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sono 200 i residenti super-multati dopo fine proroga per il rinnovo Ztl: resta in ballo l'ipotesi sconto

In Commissione Garanzia Controllo si è discusso sulle multe, sui costi e sulle eventuali anomalie da parte degli uffici comunali. I 5 Stelle: restituire i soldi a chi ha già pagato, multe da sospendere

Ad agosto il Comando della Polizia Municipale di Perugia ha inviato una pioggia di multe a carico di cittadini di Perugia residente in centro o che operano in centro storico, tutti comunque aventi diritto ai permessi di Ztl. Oltre 30 verbali a persona, in alcuni casi, da 91 euro, per essere entrati con le proprie auto attraverso i varchi ztl al di fuori degli orari di apertura al pubblico. In sintensi non aveva rinnovato i relativi permessi entro i termini; il termine era fissato originariamente al 31 dicembre 2017, poi prorogato più volte fino al 30 aprile 2018.

In molti contestarono di essere rimasti confusi dalle proroghe e dal mancato invio del Comune avviso ufficiale da parte del Comune di Perugia, ossia tramite raccomandata con avviso di ricevimento (come già avvenuto in passato) dichiarandosi assolutamente in buona fede. Si è chiesto di annullare i verbali per questo motivo. Si è paventato anche un ricorso di massa al Giudice di Pace, una sorta di classe action. La questione multe Ztl è stato discussa in Commissione Garanzia e Controllo, alla presenza del Comandante della Polizia Municipale, Caponi che ha spiegato che i cittadini multati sono stati 200 perchè non in regola.

La Comandante ha comunque spiegato che sono stati pochi i cittadini che hanno formulato ricorso al Prefetto in merito ad alcune situazioni particolari, peraltro supportati dal parere positivo della polizia municipale. Davanti al giudice di pace, invece, risultano pendenti pochi fascicoli, pari a 5-6. Ad oggi risulta che tutti i permessi in scadenza sono stati rinnovati e, dunque, la situazione è del tutto risolta. Secondo il consigliere comunale di Forza Italia,  

Tracchegiani si è schierato per la linea morbida: "giusto il ruolo di prevenzione che svolgono i Vigili; se tuttavia accade, come nel caso di specie, di elevare molteplici sanzioni per lo stesso comportamento, bisognerebbe utilizzare il buon senso applicando un’unica multa e senza penalizzare quindi i cittadini". Mentre il movimento 5 stelle è per annullare le multe, restituire i denari a chi ha già pagato. Ma per il momento l'amministrazione comunale non ha decisio di invertire la rotta forte anche dei pochi ricorsi presentati dai cittadini. La Commissione ha chiesto l'intervento dell'assessore Casaioli per definire la questione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento