E' emergenza furti a Perugia, dopo Pianello anche Fratticciola alza la voce: "Ladri in azione quotidiana"

Dopo le lettere ufficiali a Sindaco e Prefetto, ora scatta sempre dall'area nord la petizione per chiedere interventi mirati. Ecco la disperazione dei cittadini costretti a vivere nella paura

Il grido di aiuto lanciato dai cittadini, rivolto a Comune, forze dell'ordine e al Governo di Roma, si sta facendo sempre più forte e disperato. Perugia, in particolare le frazioni - ma questo vale per molte aree della provincia -, sono sotto-assedio da parte di bande di ladri che stanno imperversando quasi con cadenza giornaliera. Il dramma non si ferma nonostante il lavoro incessante di Carabinieri e Polizia (gravemente sotto-organico e con scarsi mezzi) che, anche negli ultimi giorni, sono riusciti a mettere in fuga diverse auto sospette (rubate), hanno individuato alcuni covi-base-rifugio dei ladri e molti sospetti, come basisti, sono tenuti sott'occhio.

I cittadini di Pianello hanno chiesto aiuto con due lettere ufficiali inviate al Prefetto di Perugia e al sindaco. Temono per la loro incolumità, per i loro risparmi e per la loro felicità-serenità messa a dura prova dai furti in appartamento che hanno stravolto la loro vita quotidiana, la loro vita sociale (clicca qui per le storie-denunce di quello che accade a Pianello). Dall'Area Nord, quella più colpita, arriva anche la petizione (da sottoscrivere) forgiata da un comitato per la sicurezza di una delle frazioni più isolate, più belle e troppo spesso dimenticata dalle istituzioni: Fratticciola Selvatica.

Il portavoce Simone Calisti, nella petizione, ha descritto bene cosa sta accadendo: "Da mesi si susseguono continui e ripetuti furti in appartamenti ed abitazioni nella frazione; che innumerevoli volte le strategie di furto si sono dimostrate sempre molto similari" per orari, modalità, danni. Per il comitato di Fratticciola Selvatica. "l’abitato è in condizioni svantaggiate rispetto alla centralità ed i controlli che si estendono sul territorio".

Ma cosa chiedono al Comune, al Governo e alle forze dell'ordine? "Un immediato intervento volto, non solo al contrasto di tale crimine, ma anche un’intensificazione dei pattugliamenti nella zona per cercare di ovviare ad eventi che sono oramai all’ordine del giorno; la presenza più assidua possibile compatibilmente con i mezzi ed i uomini disponibili al controllo sul territorio sopra citato per garantire alla popolazione un diritto sancito e citato più volte nella Costituzione Italiana;- di reperire nella programmazione operativa dei soggetti interessati le risorse necessarie per la messa in sicurezza della popolazione, nonché porre all’attenzione dei fatti succeduti a tutti gli organi competenti in materia di sicurezza e tutela dei cittadini".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' giunto il momento di trovare nuove soluzioni, di sollecitare il Governo per maggiori agenti e militari in servizio, per un sostegno alle famiglie in fatto di dispositivi di sicurezza. Servono assemblee per ascoltare la popolazione delle frazioni per dimostrare vicinanza. Cosa si attende? Siamo sicuri che l'operazione Strade Sicure, l'esercito sulle nostre strade, non serva? Più emergenza di così. Ma non solo a Fontivegge o in centro. Perugia è grande e tutti i territori hanno gli stessi diritti. Fare presto!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 12 luglio: due nuovi positivi, aumentano gli isolamenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 luglio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento