menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ubriaco e drogato pesta a sangue la moglie e la sfregia in faccia con un coltello: è già libero

La donna ha riportato dei tagli all’orecchio ed è fuggita sanguinante in strada chiedendo aiuto ai passanti: salvata dalla Polizia

Qualche giorno si è presentata dalla Polizia di Perugia una 40enne, decisa a sporgere denuncia contro il marito, un 36enne tunisino, responsabile, secondo gli agenti, di pesanti violenze e vessazioni nei suoi confronti. La donna, sposata col nordafricano da alcuni anni, vive insieme a lui in un appartamento ubicato nella periferia perugina.
La convivenza, fino a pochi mesi fa, ricostruisce la Questura di Perugia, è andata avanti senza fatti particolarmente gravi, ma ultimamente l’atteggiamento dell’uomo è decisamente peggiorato.

A causa della frequente assunzione di alcolici e sostanze stupefacenti, il nordafricano - già noto alle forze dell’ordine per reati contro la persona ed in materia di droga - ha cominciato ad alzare le mani sulla donna anche per un nonnulla.
Così, sebbene la 40enne avesse sopportato i primi episodi di violenza, confidando che le cose prima o poi tornassero alla normalità, i fatti delle ultime settimane l’hanno convinta a correre dagli agenti.

Alla Polizia ha quindi raccontato che, ai primi di ottobre, il tunisino è rientrato a casa ubriaco ed ha iniziato a picchiarla selvaggiamente per futili motivi; l’ha presa a calci e pugni in ogni parte del corpo, accanendosi sul volto di lei e procurandole, oltre a svariate contusioni, fratture del naso e dello zigomo sinistro, con una prognosi di 40 giorni. Eppure nemmeno questo è bastato a convincere la donna a denunciare il marito.

Tuttavia, pochi giorni fa la scena si è ripetuta, col maghrebino che, stavolta, non si è limitato a prendere a pugni la moglie, ma le ha anche spruzzato in faccia uno spray al peperoncino per poi ferirla al volto con un coltello. In quell’occasione, la donna ha riportato dei tagli all’orecchio ed è fuggita sanguinante in strada chiedendo aiuto ai passanti.
Soltanto l’intervento delle Volanti la storia non ha avuto un epilogo peggiore. La 40enne ha avuto 10 giorni di prognosi e, una volta medicata, si è finalmente decisa a denunciare il marito alla Polizia.

Raccolta la sua testimonianza – che ha trovato conferma nel ritrovamento, ad opera della Volante, dello spray e del coltello utilizzati dal tunisino – la Polizia lo ha immediatamente denunciato. con le pesanti accuse di lesioni personali aggravate e maltrattamenti in famiglia.
Infine, per arginare immediatamente la pericolosità del nordafricano, la Volante ha provveduto ad accompagnare la signora in un’altra abitazione. La vicenda è ora al vaglio dell’autorità giudiziaria, che potrà decidere l’applicazione di una misura cautelare nei confronti del marito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento