Operato alla testa per un aneurisma, "Grazie ai medici dell'ospedale, mi avete salvato la vita"

La testimonianza di un paziente operato alla testa: "A distanza di un mese, mentre sto lentamente riacquistando le forze, posso affermare senza ombra di dubbio di essermi confrontato con una sanità di eccellenza"

Una lettera per dire grazie all’ospedale di Perugia. E per sottolineare l’eccellenza delle cure. “A distanza di qualche settimana da un intervento chirurgico alla testa desidero esprimere sentimenti i profondi sentimenti di  gratitudine a tutto il personale medico ed infermieristico dell'ospedale Santa Maria della Misericordia per l’eccellente trattamento professionale ed umano che ho ricevuto durante il mio ricovero”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La lettera del paziente prosegue così: “A seguito della rottura di un aneurisma cerebrale i medici hanno deciso per un intervento chirurgico di alta specializzazione ed ora che mi trovo in convalescenza, desidero dire grazie ai dottori  Mohammed Hamam e Andrea Fiacca che con grande professionalità  hanno  eseguito la procedura della embolizzazione. Ho potuto anche  sperimentare la grande umanità del  dottor Hamam, che nei giorni successivi l'intervento ha continuato a seguirmi e  rassicurarmi sulle mie condizioni di salute e sul mio recupero. Scrivo questa lettera per testimoniare l’efficienza del nostro ospedale di Perugia e a questo proposito rivolgo un ringraziamento anche al Direttore del reparto di Neurologia, il dottor Corrado Castrioto e a tutto il suo staff per le attente cure ricevute durante il ricovero. A distanza di un mese, mentre sto lentamente riacquistando le forze, posso affermare senza ombra di dubbio di essermi confrontato con una  sanità di eccellenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, il bollettino in Umbria 2 aprile. Altri segnali positivi: aumentano i guariti e 4mila fuori dall'isolamento, contagiati di nuovo in calo

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 2 aprile: tutti i casi per comune di residenza

Torna su
PerugiaToday è in caricamento