menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia, carabinieri ed esercito tornano in ospedale per donare il sangue

Questa mattina, 20 maggio, 47 tra carabinieri e rappresentanti dell’esercito hanno assolto l’impegno assunto in passato quando venne siglata una convenzione con l’Azienda Ospedaliera di Perugia

Una donazione  programmata, ma sempre  gradita, anche perché il Servizio Trasfusionale del Santa Maria della Misericordia di Perugia conta molto sulla fidelizzazione dei donatori. Questa mattina, 20 maggio, 47 tra carabinieri e rappresentanti dell’esercito hanno assolto l’impegno assunto in passato quando venne  siglata una convenzione con l’Azienda Ospedaliera di Perugia.

L’arrivo in ospedale dei militari non ha certo ritardato i prelievi degli altri donatori, grazie ad un percorso oramai collaudato, che snellisce le operazioni di accesso e prelievo con personale destinato. Nella  mattinata di oggi sono stati 97 i donatori  e le prime proiezioni del 2015  indicano un incremento seppure leggero rispetto all’anno scorso.


Oltre ai Carabinieri  si sono presentati  per la prima volta anche ufficiali e graduati dell’Esercito della Scuola di Lingue Estere, con il Generale Antonio Badalucco che ha accolto l’invito rivoltogli dal Generale Roberto Boccaccio, da sempre sostenitore della donazione di sangue e dal Colonello Francesco Pelliccia, responsabile del servizio sanitario dell’Arma dei Carabinieri in Umbria. “ Ci piace pensare che il nostro gesto di donazione  venga percepito come  un appuntamento a favore della vita dei cittadini – ha commentato il Gen. Boccaccio-. Siamo orgogliosi  di renderci  utile anche sul fronte dell’assistenza sanitaria". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento