menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto d'archivio, non relativa al sequestro dell'articolo

foto d'archivio, non relativa al sequestro dell'articolo

Controlli la notte di Capodanno, sparano in strada e poi aggrediscono gli agenti: arrestati

Nei guai due giovani di 30 e 20 anni segnalati per aver esploso dei colpi in strada ieri notte. Ritracciati dai poliziotti, ne è venuta fuori una grave aggressione

Non ci sono state particolari criticità a Perugia per la gestione del Capodanno, ai tempi del lockdown, da parte delle forze dell'ordine. La gran parte dei cittadini è stata rispettosa delle regole anti-contagio imposte dal Governo con il Dpcm delle feste che ha trasformato l'Umbria come il resto del Paese in zona rossa. Unico problema per gli agenti la segnalazione di alcuni residenti di un quartiere del capoluogo che avevano notato due giovani in strada sparare colpi con quella che sembrava essere una pistola vera e propria. A quel punto due squadre della Volante sono partite per fare verifiche.

Appena giunti sul posto indicato non hanno trovato più nessuno ma ad una rapida ispezione della sede stradale hanno rintracciato alcuni bossoli e la relativa scatola di confezionamento. In poco tempo si è arrivati all'abitazione dei due giovani segnalati: si tratta di due cittadini italiani, il primo siciliano di 30 anni ed il secondo un ventenne di origini campane. Ma all'interno dell'abitazione la situazione è degenerata una volta chiesti i documenti: prima insulti e poi calci e pugni sferrati in particolare dal più giovane dei due contro i poliziotti i quali con non poche difficoltà sono riusciti a contenerne la ferocia.

Più saggio il 30enne che ha ammesso le proprie responsabilità consegnando agli agenti la pistola che per fortuna era soltanto una scacciacani, perfettamente identica alla versione reale e dotata di tappo rosso posto al vivo di volata dell’arma. I due sono stati arrestati (ai domiciliari) per i reati di resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. Rischiano anche diverse multe pesanti a riguardo per aver violato - ma le indagini sono in corso - alcune norme anti-covid a partire dal divieto di partecipare ad assembramenti. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento