Crimine, i cittadini dell'Area Nord: "Controlli o facciamo giustizia da soli"

Dopo le rapine in villa e i furti, i cittadini, tramite i proprio consiglieri, chiedono maggiori controlli alle forze dell'ordine e alle istituzioni

L'ultima rapina in villa con strupro - per la quale i Carabinieri sono sulle tracce di due banditi stranieri - avvenuta nell'area Nord di Perugia non si deve considerare un caso isolato ma un ulteriore escaltion dei diversi livelli di criminalità che stanno imperversando in questa popolosa comunità che da Ponte Felcino si estende fino a Sant'Orfeto. Rapine in villa e furti in appartamento, la speculazione delle mafie sul contesto urbano, il costante spaccio di droga tra bande (straniere) e persino l'incredibile quantità di denari falsi affibbiati a ingenui e spesso piccoli commercianti : sono questi i reati maggiori che stanno spingendo la popolazione a chiedere maggiori interventi al sindaco di Perugia.

Ma le segnalazioni non hanno creato particolari discussioni,nuovi controlli o interventi, iter invece  adottato per altre zone più centrali della città, come l'acropoli, Fontivegge e la Pallotta. I consiglieri comunali del Pd Federico Lupatelli ed Erika Borghesi ha chiesto stavolta di affrontare seriamente l'emergenza sicurezza sull'area nord, prendendo provvedimenti insieme alle forze dell'ordine, le uniche preposte alla lotta alla criminalità.
 
"I cittadini residenti nella zona nord - ha spiegato il consigliere Lupatelli, espressione dell'area incriminata - sono ormai terrorizzati ed esasperati da questo clima di totale impotenza di fronte ai fatti sopra citati e constatando l’insensibilità da parte degli organi preposti al controllo e la mancata presa di posizione da parte delle istituzioni su questo delicatissimo tema, che non è altro che uno dei diritti fondamentali e prioritari del cittadino che sono quelli della pubblica sicurezza e della difesa della proprietà privata come sancita dalla Carta Costituzionale".
 
Una esasperazione che secondo Lupatelli potrebbe portare "qualcuno a farsi giustizia da solo". Da qui la richiesta al  Sindaco e alla Giunta al fine  "di attivarsi immediatamente, prendendo una posizione chiara e precisa in merito al problema, relazionandosi fin da subito in modo sinergico con gli organi preposti alla pubblica sicurezza, per far sì che si trovi una soluzione che risponda alle esigenze di serenità e tranquillità dei cittadini che abitano nella zona nord di Perugia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Pranzo della Comunione per 60 persone, ma nessuno paga il conto: nonno sotto processo

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

  • Umbria, dal fiume Nera riemerge un cadavere: indagini in corso

  • Mariano Di Vaio, l'influencer-imprenditore che fattura milioni: nuova sede a Perugia

  • Incidente sulla E45, tir si ribalta e blocca la strada: un ferito, traffico bloccato

Torna su
PerugiaToday è in caricamento