Se 103 vi sembran pochi. Per di più in buona salute e con lucidità. Auguri nonna Faustina

Nonna Faustina non ha tirato i remi in barca, ma tiene la mente impegnata, seguendo l’attualità attraverso letture e tv.

Se 103 vi sembran pochi. Per di più in buona salute e con lucidità. Compleanno di rango per nonna Faustina. Un’età rispettabilissima, quella di Augusta Ermasi, nota a Ponte san Giovanni come nonna Faustina. Ho conosciuto Faustina per essere stato più d’una volta ospite a casa sua. Che è poi la dimora dell’amico, regista, giornalista e scrittore Gino Goti, fra l’altro, storico capitano della (giustamente) celebrata trasmissione radiofonica “Qua e là per l’Umbria”. Nonna Faustina non ha tirato i remi in barca, ma tiene la mente impegnata, seguendo l’attualità attraverso letture e tv.

Ricordo la festa per il primo centenario, con tanta gente accorsa a farle festa. Tra gli ospiti, gli amici della Pro Ponte, di cui Faustina è socia anziana. L’ultracentenaria ama raccontare il modo di stare al mondo del passato, quando – come si dice – eravamo poveri, ma non ci mancava niente. Specie in termini di affetto e solidarietà. Quando ci sono nipoti e pronipoti, sfoggia la sua memoria a raccontare i fatti e la vita al tempo della guerra, sebbene la condizione contadina non fosse tale da far mancare il pane.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Faustina è una miniera di memorie storiche e antropologiche: i giovani s’incantano davanti ai suoi racconti, ricondotti ad unità dal detto “si stava meglio quando si stava peggio”. Amorevolmente accudita dalla figlia Serenella, con cui vive, Faustina non rinuncia al piglio autoritario che la caratterizza. Tiene molto ad essere a posto. Ricordo che una sera, ospite con mia moglie a cena in casa Goti, Faustina volle scusarsi perché, essendo un po’ raffreddata, non “aveva la testa a posto”, nel senso che non era potuta recarsi dalla parrucchiera. Rispetto di se stessa, educazione, dignità. Salute e omaggi a nonna Faustina. Ci insegna che la bottiglia della vita merita di essere svuotata, e goduta, fino all’ultimo goccio. Specie se si ha la fortuna di essere circondata da amore e attenzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Linea Verde Life fa tappa a Perugia ed elogia l’Antica Latteria di via Baglioni (le immagini)

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Occhio allo smishing, la nuova truffa svuota conto corrente: basta rispondere ad un sms

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento