La denuncia di un lettore all'Inviato Cittadino: "Gatto appeso a un albero con un filo di ferro"

Sevizie e crudeltà su poveri animali. Un’amica lettrice ci segnala un fatto riprovevole e denuncia inaudite atrocità su animali barbaramente trucidati… comportamenti da codice penale. Ecco come lo riferisce. “Nella zona di Strada Pieve Santo Stefano (sotto Monte Bagnolo, all’incirca), è stato trovato il cadavere di un gatto appeso a un albero con un filo di ferro”.

“Si suppone (ma è circostanza tutta da verificare, ndr) che a compiere il ‘bel gesto’ siano stati individui che hanno interesse all'area abbondantemente ripopolata di piccoli fagiani”.  Non è da escludere che i felini possano aggredire i piccoli selvatici, con  tanto di danno economico e limitazioni alla libertà, tutta “umana”, di far crescere adeguatamente i pennuti per poi… far loro la festa. In zona sono anche state disseminate trappole, per uccidere o mutilare altri “predatori”, come volpi, gatti, cani e qualsiasi altro animale possa cacciare i fagiani prima degli umani.

Una storia orribile che chiama in causa quanti sono tenuti a far rispettare le regole in materia di tutela e benessere degli animali, reprimendo duramente comportamenti indefinibili con termini civili. “Tenere dei prati in campagna cosparsi di trappole – prosegue la lettrice – è infatti illegale, oltre che disumano e pericoloso per umani e animali”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’uccisione di un gatto, appendendolo poi con un filo di ferro, è un gesto talmente barbaro da meritare la galera”, conclude la nostra interlocutrice che chiama in causa l’Inviato Cittadino e Perugia Today per dare risonanza a notizie così truci e vergognose. Conclude: “Insomma, sono scandalizzata e molto addolorata. Cose del genere non dovrebbero accadere, nella terra di Francesco”. Ogni commento è superfluo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 22 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: centri commerciali e negozi chiusi la domenica. Tutti i provvedimenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento