menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furti nelle frazioni a Perugia. "Ho scoperto i ladri in casa all'ora di cena: durante la fuga mi hanno lanciato sassi"

Il racconto di Roberto M., perugino e residente in una frazione del Comune, che ha scritto, ancora con il cuore in gola, sulla sua pagina di Fb

"Mi è successo ieri sera, stavo cenando alle 20 vedendo la TV in sala da pranzo. Avevo lavorato nello studio di casa ed essendo fumatore avevo fumato qualche sigaretta e prima di cenare aperta la finestra che da sul balcone per dare aria prima di cenare. Dopo avere mangiato sono andato nello studio per prendere una sigaretta ed ho trovato la maniglia come bloccata, la porta non si apriva". Inizia così il racconto di Roberto M., perugino e residente in una frazione del Comune, che ha scritto, ancora con il cuore in gola, sulla sua pagina di Fb. Ieri sera, nonostante fosse in casa con tanto di luci bene accese, è stato "visitato" da alcuni ladri acrobati che hanno svaligiato il suo studio intorno alle 20. Si è accorto della loro presenza quando è andato in studio per prendere una sigaretta. La porta era stradamente chiusa.

"Vivo solo e un brivido m'è corso lungo la schiena per un fatto imprevisto, imprevedibile e inaspettato. Ho aperto le porte vicine e poi riprovato con la porta dello studio che questa volta si è aperta e nell'oscurità ho visto un'ombra che scappava dalla porta finestra e poi scavalcare il balcone. Mi sono messo ad urlare forte e una sassaiola mi ha investito, tanto che ho fatto qualche passo indietro per non essere colpito ed ho sentito trambusto sotto casa. Qualche secondo ancora e mi sono riaffacciato ma non c'era più nessuno. Morale della storia lo studio a soqquadro ed il portafoglio lasciato sulla libreria svuotato di tutti i soldi". 

Secondo Roberto, che ha chiamato il 113 per sporgere denuncia, i ladri avevano provato poco prima ad assaltare anche la villetta dei vicini come confermatogli dal proprietario che aveva avvertito rumori per un tentativo di scasso. I criminali in azione sarebbero stati due-tre: "Credo che erano in due o forse in tre, perchè mentre uno teneva ferma la maniglia dello studio un altro rovistava, poi la sassaiola fitta che mi ha dato l'impressione che a tirare i sassi fosse più di uno, e non quello che scavalcava e scendeva dal balcone. Quello che ho visto ha scavalcato il balcone per fuggire, e pur nella penombra ho visto che non era di colore ma un giovane ed agilissimo bianco. Vivo in una zona che era considerata tranquillissima, una frazione del Comune di Perugia, ora non lo è più.  E pensare che per tutta l'estate ho sempre dormito con le finestre aperte". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento