Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca

Perugia, la denuncia di BorgoRete: "Andato a fuoco il nuovo camper dell'Unità di Strada"

È il secondo incendio del mezzo, ma non ci sono segni di interventi dolosi. La cooperativa: "Siamo ancora confusi, stupiti, profondamente rattristati"

Il nuovo camper dell'Unità di Strada di Borgorete ridotto in cenere. A denunciare l'incendio è la stessa cooperativa sociale con un post su Facebook. E' il secondo caso di un camper in fiamme, ma, viene specificato, "neppure questa volta i vigili del fuoco hanno rilevato tracce evidenti di interventi dolosi".

"Andato a fuoco il nuovo camper dell'Unità di Strada - scrivono su Facebook - . Ieri mattina abbiamo trovato in queste condizioni il nuovo camper dell'Unità di Strada, parcheggiato in un piazzale nei pressi dell'attuale sede temporanea del Centro a bassa soglia".

E ancora: "Lo avevamo in dotazione da poco più di 4 mesi, dopo che anche il vecchio camper era andato a fuoco la notte tra il 26 e 27 novembre scorsi, danneggiando e rendendo inagibile allora anche la sede del Centro a bassa soglia accanto alla quale era parcheggiato. Neppure questa volta i vigili del fuoco hanno rilevato tracce evidenti di interventi dolosi". 

Una vicenda, scrivono, "che sorprende e lascia senza parole, anche perché non si hanno indizi che possano far pensare direttamente a un accanimento contro le nostre attività. Siamo ancora confusi, stupiti, profondamente rattristati".  

La solidarietà della sindaca di Perugia

"Ci impegneremo da subito affinché  le attività svolte dall'Unità di Strada, per conto del Comune di Perugia e dell’Usl Umbria 1, possano riprendere in massima sicurezza a tutela della salute e dell’incolumità delle operatrici e degli operatori che ci lavorano e delle persone fruitrici". È quanto dichiara in una nota la sindaca di Perugia Vittoria Ferdinandi, annunciando che nei prossimi giorni si recherà in visita alla Cooperativa sociale Borgorete che, per ben due volte in pochi mesi, ha subito l’incendio dei mezzi attraverso i quali viene svolto tale servizio. 

"Ritengo sia doveroso esprimere a nome dell’amministrazione comunale la nostra solidarietà alle operatrici e agli operatori dell’Unita di Strada. Ho provveduto già a comunicare al presidente Carlo Alberto Rossetti che sarò prestissimo da loro per un momento di dialogo e di effettiva prossimità e per un confronto aperto sui temi più sensibili per le lavoratrici e dai lavoratori di tali servizi". E ancora: "In queste ore ci stiamo già attivando affinché, in collaborazione con le Forze dell’Ordine, si faccia piena chiarezza sull’accaduto".

"I fatti di questi giorni ci restituiscono un quadro preoccupante che intendo approfondire con gli organi inquirenti, ma anche con i vertici della Usl Umbria 1 e con la Cooperativa, per promuovere un’azione sinergica che salvaguardi una funzione di prossimità così importante. Tanto più che, a seguito del primo incendio, ancora non è stata ripristinata la sede pubblica del Centro di accoglienza CABS che era stato danneggiato insieme al vecchio camper e che opera in sinergia con l'Unità di strada. Per quanto di competenza, faremo di tutto per accelerare questo processo e garantire una piena operatività a queste importanti realtà del terzo settore, favorendo anche il riconoscimento dei recenti adeguamenti contrattuali spettanti alle cooperative".

La solidarietà della Usl Umbria 1 

“Massima solidarietà e vicinanza alla Cooperativa Borgorete e alle operatrici e agli operatori dell'Unità di Strada, il cui camper si è incendiato per due volte nell'arco di pochi mesi”. È quanto dichiara Nicola Nardella, direttore generale dell’Usl Umbria 1.

“Non sappiamo ancora se questo gesto sia di natura dolosa o meno - sottolinea Nardella – ma di certo c’è stato un danno non solo per la Cooperativa Borgorete ma per tutta la città di Perugia. Da anni, infatti, l'Unità di Strada è un servizio della Struttura Complessa Sert, il Servizio Tossicodipendenze del Distretto del Perugino dell’Usl Umbria 1, di supporto per la riduzione del danno dei rischi connessi all’uso di sostanze stupefacenti e rivolto a persone tossicodipendenti. È importante per Perugia e ci auguriamo che possa essere ripristinato il prima possibile e che si possa fare al più presto chiarezza sui fatti, a tutela anche della salute delle operatrici e degli operatori che ci lavorano”. 

Il sostegno di Legacoop 

"Esprimiamo solidarietà, vicinanza e pieno sostegno a nome dei cooperatori e delle cooperative associate a Legacoop - affermano Danilo Valenti Presidente di Legacoop Umbria e Andrea Bernardoni Presidente di Legacoopsociali Umbria - alle operatrici e agli operatori dell'Unità di strada ed a tutte le socie ed i soci della cooperativa. Il secondo incendio avvenuto nel giro di pochi mesi del proprio camper, danneggia un servizio di grande importanza per la città di Perugia, centrale per le politiche di riduzione del danno finalizzate a contenere i rischi connessi all’uso di sostanze stupefacenti". E ancora: "Questo secondo incendio, inoltre – continuano - pur non essendoci evidenze della natura dolosa ci preoccupa perché oltre che danneggiare il servizio rischia di togliere la serenità alle operatrici ed agli operatori che ogni giorno stanno sul campo a stretto contatto con la marginalità per permettergli di avere un sostegno attivo. È per questo motivo che auspichiamo che si possa fare al più presto piena chiarezza sull'accaduto e che la città di Perugia sappia stringersi attorno a Borgorete ed alle figure dell'Unità di Strada, che tanto bene fanno alla città. Nelle prossime settimane sosterremo, come Legacoop, la cooperativa in tutte le azioni che vorrà porre in essere per ripristinare al più presto la piena operatività del servizio". 

La vicinanza della Cgil 

"Vogliamo esprimere a nome della Cgil di Perugia e della Funzione Pubblica, piena solidarietà e vicinanza alle operatrici e agli operatori dell'Unità di strada del capoluogo, il cui mezzo è stato distrutto da un incendio per la seconda volta nel giro di pochi mesi". Lo scrivono in una nota Simone Pampanelli, segretario generale della Cgil di Perugia, e Michele Agnani, della Fp Cgil Umbria. "Il servizio dell'unità di strada e del centro a bassa soglia è fondamentale per la città nella riduzione del danno e dei rischi connessi all’uso di sostanze stupefacenti - affermano i sindacalisti - Per questo siamo fortemente preoccupati dopo questo nuovo episodio e chiediamo alle autorità di fare piena chiarezza sull'accaduto. Nel frattempo, ribadendo la nostra solidarietà alla cooperativa e alle lavoratrici e lavoratori coinvolti, siamo pronti a contribuire per il ripristino della piena operatività dell'unità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, la denuncia di BorgoRete: "Andato a fuoco il nuovo camper dell'Unità di Strada"
PerugiaToday è in caricamento