Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Muore a 17 anni, ispettori del ministero all'ospedale di Perugia

La Procura di Perugia ha nominato un infettivologo per fare luce sulla morte di Maria Elia

La cartella clinica di Maria Elia, 17 anni, morta domenica 27 marzo dopo il ricovero in ospedale, e gli specialisti che sono intervenuti. I commissari del ministero della Sanità che, ieri, sono andati al Santa Maria della Misericordia per un sopralluogo e per avere chiarimenti su quanto accaduto.

Maria, che aveva sintomi influenzali da diversi giorni, nella notte di venerdì 25, si era fatta accompagnare al pronto soccorso quando aveva iniziato ad accusare delle difficoltà respiratorie. Al tampone per il covid 19 era risultata negativa, positivo invece il test per l'influenza di tipo A, H1n1 ovvero febbre suina, secondo una prima ipotesi dei sanitari che di questo, come riferito dal padre della ragazza, avevano informato i familiari. In poche ore la situazione era precipitata, tanto da rendere necessario il ricovero in terapia intensiva. Inefficaci il trattamento antibiotico e quello antivirale. Maria era morta nell'arco di 36 ore. L'autopsia ha evidenziato una polmonite bilaterale che era progredita rapidamente, si ritiene a causa di un'infezione da staffilococco, resistente ai trattamenti farmacologici.

La Procura, che indaga per omicidio colposo contro ignoti, attende ora i risultati istologici per fare ulteriore luce su questa morte e su eventuali responsabilità. I genitori, che hanno sporto denuncia ai carabinieri, chiedono di sapere la verità, "senza puntare il dito contro qualcuno" ma per avere giustizia nel caso in cui si accertassero responsabilità. Nel "mirino" ci sono l'infezione batterica e la sua origine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore a 17 anni, ispettori del ministero all'ospedale di Perugia
PerugiaToday è in caricamento