Cronaca

Perugia, insulti, minacce e lanci di sassi contro le auto: indagata vicina di casa molesta

In un'occasione avrebbe tirato i capelli ad una donna dal finestrino della vettura. L'indagata non si presenta in tribunale

Insulti, minacce e aggressioni a vicini di casa e passanti. Anche un episodio con il lancio di una pietra contro un’autovettura.

Sono le accuse che la Procura di Perugia muove nei confronti di una 61enne. La donna avrebbe dovuto comparire davanti al giudice per le indagini preliminari per sottoporsi all’incidente probatorio, ma non ha mai ritirato la notifica dell’udienza, facendo scattare un rinvio per ricerche.

Il giudice ha comunque disposto una perizia psichiatrica per valutare la capacità della donna di intendere e volere e la sua pericolosità sociale, oltre che una valutazione sulla misura di sicurezza da adottare.

Secondo la denuncia avrebbe minacciato di uccidere una coppia di pensionate, quando avrebbe scagliato un sasso contro un’autovettura in transito di una delle donne, oppure quando si sarebbe infilata nell’abitacolo dal finestrino prendendo per i capelli l’altra vicina di casa e urlando: “Ti ammazzo. Stammi lontana sennò ti ammazzo, prima o poi lo faccio”.

Le due vicine di casa, parti offese nel procedimento, si sono affidate all’avvocato Emma Contarini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, insulti, minacce e lanci di sassi contro le auto: indagata vicina di casa molesta
PerugiaToday è in caricamento