rotate-mobile
Cronaca Elce / Via Annibale Vecchi

Il sindaco Romizi in "missione" a Elce: faccia a faccia con tutti i problemi del quartiere

Esaminare de visu le criticità dell’Elce e tentare di porvi rimedio, nell’interesse comune. Questo lo scopo del sopralluogo, effettuato stamattina dal sindaco Andrea Romizi e dal consigliere Otello Numerini, seguiti da tecnici comunali, in compagnia di alcuni esponenti della comunità elcina. In primis, il presidente della neonata Associazione Nova Elce, Carlo Giannotti, con altri residenti, comprensibilmente interessati al miglioramento delle strutture e dei servizi del quartiere.

Inizio dalla scuola Leonardo da Vinci, per la rimozione di ostacoli che fronteggiano la scala di emergenza, ma anche per la gestione della sosta nel piazzale, spesso invaso da auto fino all’inverosimile. Zeppo di vetture di chi non avrebbe titolo a sostare, in quanto estraneo alle attività e ai servizi scolastici (si tratta spesso di studenti delle vicine facoltà di giurisprudenza ed economia).

Interventi e rilievi anche sull’area verde di via Torelli, a valle della scuola. Qui c’è la questione della riqualificazione a uso parco dei pallai dismessi (che verranno colmati a cura dell’Associazione con terra di riporto), la sostituzione dei giochi ammalorati (pagati da uno sponsor privato e che verranno montati dal cantiere comunale), la realizzazione di un recinto per cani. Questo dovrebbe sorgere a confine col parco Onaosi e a valle di una proprietà privata, già opportunamente recintati. Si tratterà di recingere sui due lati aperti e di dotare lo spazio di un cancelletto. Anche quest’opera – una volta autorizzata – verrà realizzata a cura di un gruppo di cinofili a proprie spese. Una serie di lavori a costo zero per le casse municipali.

Il Comune di Perugia deve quindi curare il percorso autorizzativo, in quanto le spese sono tutte a carico di privati cittadini. Una bella prova di senso civico e responsabilità. Anche la strada di emergenza per accedere alla scuola verrà vigilata e si farà in modo di rimuovere i raccoglitori Gesenu che ostacolano l’accesso. Oltre a prevedere la rimozione forzata per le auto che regolarmente impediscono l’entrata dei mezzi di soccorso Strisce per la sosta anche sul lato destro a salire di via Torelli per togliere di mezzo i cassonetti dai marciapiedi e renderli quindi fruibili con continuità, da parte di pedoni e mamme con passeggino. Poi il gruppo si è diretto vero il cva dei Rimbocchi e relativo parco. Dove i problemi – come raccontato nell’edizione di pasquetta di PerugiaToday – non sono pochi né lievi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco Romizi in "missione" a Elce: faccia a faccia con tutti i problemi del quartiere

PerugiaToday è in caricamento