Cronaca

Drone Arpa inutilizzato, il direttore Proietti: "Era ancora al rimessaggio, tolto da noi. Se accuse confermate, chiederemo i danni"

La Corte dei conti contesta ad ex vertici un presunto danno erariale di 200mila euro

"Siamo in una fase decisamente iniziale del procedimento, di certo nel caso in cui venisse accertata la responsabilità dei dirigenti coinvolti, non potremo che costituirci in mora come parte lesa. Dobbiamo tutelare l'Agenzia". Luca Proietti è da poco direttore generale di Arpa Umbra, tra i primi provvedimenti che ha preso, ricorda, c'è stato proprio quello di trasferire il drone Galileo dal rimessaggio, per cui l'Agenzia pagava un affitto, al parcheggio della sede. 

"Drone acquatico dell'Arpa usato tre volte e poi smantellato". La Corte dei conti: danno erariale di 200mila euro 

Il drone è al centro di un'inchiesta della Corte dei conti di Perugia che ipotizza un danno erariale di 200mila euro contestandone la responsabilità a l'ex direttore generale e altri tre dirigenti (due non più in servizio, uno con poteri limitati, precisa Proietti). "L'attuale dirigenza - spiega ancora l'attuale direttore - è totalmente estranea a quello che è successo. Attendiamo fiduciosi nella magistratura".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Drone Arpa inutilizzato, il direttore Proietti: "Era ancora al rimessaggio, tolto da noi. Se accuse confermate, chiederemo i danni"

PerugiaToday è in caricamento