Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Scoperto maxi traffico di droga: incassano 70mila euro al mese con lo spaccio di cocaina: cinque arresti

La Procura antimafia ha individuato un gruppo criminale che smerciava droga a Perugia e nei comuni limitrofi anche durante il periodo del lockdown

Cinque arresti per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, nonché di detenzione e spaccio, in concorso, di cocaina.

L'attività d'indagine, condotta dai Carabinieri del Reparto Operativo-Nucleo Investigativo di Perugia, ha avuto inizio nella primavera del 2020 - nel periodo del primo lockdown e ha riguardato 5 cittadini albanesi attivi prevalentemente a Perugia che avrebbero smerciato cocaina in città e nei comuni limitrofi.

Secondo gli investigatori a capo del gruppo ci sarebbe stato un albanese 40enne che si è avvalso di connazionali legati a lui da rapporti di estrema fiducia basati su vincoli di parentela o conoscenza risalente ai comuni luoghi d'origine.

L’uomo sarebbe stato in grado di gestire, in maniera autoritaria, il gruppo criminale anche quando non si trovava in Italia.

Altra figura di spicco è stata individuata in un coetaneo del "capo" che, soprattutto nei periodi di assenza di quest'ultimo, ha costituito il tramite con gli altri affiliati, rifornendoli di stupefacente e diramando loro le disposizioni ricevute.

Le indagini sono state rese complesse dai frequenti cambi di domicilio degli indagati, cosi come dalle continue sostituzioni delle autovetture utilizzate; inoltre i Carabinieri hanno assistito ad un metodico avvicendamento di pusher, provenienti dall'Albania e organizzati per trattenersi sul territorio nazionale solo per brevi e intensi periodi di spaccio, quindi rimpatriare ed attendere alcuni mesi prima di tornare operativi nel territorio umbro.

Nell'intero periodo di indagine i Carabinieri hanno documentato centinaia di cessioni avvenute nelle strade della periferia sud della città e nelle adiacenti aree rurali, che hanno consentito l'arresto in flagranza di reato di 4 spacciatori.

Significativo il giro d'affari interrotto, quantificato da uno degli indagati in "oltre 70.000 al mese", guadagni che sono rimasti rilevanti "anche durante le restrizioni imposte nei periodi di lockdown".

Dei 5 soggetti destinatari della misura cautelare tre sono ancora attivamente ricercati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto maxi traffico di droga: incassano 70mila euro al mese con lo spaccio di cocaina: cinque arresti
PerugiaToday è in caricamento