menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dormitorio di Perugia, l'assessore Cicchi: "Finché durerà il freddo, la chiusura del dormitorio non sarà anticipata"

"Il Centro a bassa soglia e l'ostello notturno consentendo dunque agli ospiti di avere un pasto caldo serale e la colazione.”

Riceviamo e pubblichiamo la nota dell'assessore ai servizi sociali Cicchi dopo la mail inviateci da un senza tetto.

*************

Con riferimento all’articolo pubblicato sul quotidiano online perugiatoday.it lo scorso19 marzo, riguardante la segnalazione di un senzatetto ospitato presso il dormitorio pubblico, secondo la quale lo stesso dovrebbe essere chiuso un’ora prima di quanto previsto attualmente, l’amministrazione comunale precisa che tale informazione non corrisponde al vero.

“Vogliamo tranquillizzare sul fatto che, almeno finché durerà il freddo, la chiusura del dormitorio non sarà anticipata. L’ordinanza sindacale attualmente in vigore prevede per la prima volta, l’apertura della struttura per 13 ore consecutive, dalle ore 20 alle ore 9 di mattina con possibilità di ampliamento in caso di neve, anziché le canoniche 12, dalle 20 alle 8, di ogni anno  - ha spiegato l’assessore Cicchi - Ricordiamo anche che l’ordinanza stessa resterà in vigore fino al prossimo 31 marzo e sarà rinnovata in attesa dell’espletamento della gara in corso per il sistema di accoglienza riservato a minori, adulti ed in generale alle persone fragili, attraverso il Pronto Intervento Sociale, operativo h24, nel complesso  sistema dei servizi di contrasto alla povertà, per la quale il Comune investe oltre 700mila euro all’anno. A questa cifra si aggiungono gli oltre 150 pasti giornalieri che vengono  erogati a domicilio, presso la mensa  Caritas, il Centro a bassa soglia e l'ostello notturno consentendo dunque agli ospiti di avere un pasto caldo serale e la colazione.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento