Cronaca

Cva più sicuri in caso di incendio: approvati i progetti per Colombella e San Martino in Campo

Altri invece concessi dalla Giunta direttamente al Coordinamento Centri Socio-Culturali proprio per lo svolgimento di attività motoria per la terza età

I Cva, i centri di ritrovo e di attività sociali per i quartieri perugini, sono al centro dell'attività della Giunta comunale guidata dal sindaco Andrea Romizi. Su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici Otello Numerini, sono stati approvati i progetti esecutivi per i lavori di adeguamento dei CVA di Colombella e di San Martino in Campo, per un importo rispettivamente di 185mila e 210mila euro.

“E’ necessario e urgente - ha spiegato l’assessore al termine della seduta - che i due CVA siano provvisti quanto prima del necessario certificato di prevenzione incendi, che è mancato per troppo tempo, così come quelli relativi ai CVA di Casaglia e Ramazzano. L’amministrazione -ha concluso Numerini- ha scelto di investire cifre significative per effettuare gli interventi necessari a regolarizzare questa situazione, permettendo così ai cittadini delle frazioni interessate di avere un punto di ritrovo per la comunità che sia  fruibile e sicuro". I lavori prenderanno il via entro la fine. 

Mentre i Cva di Montebello, Solfagnano e Castel del Piano e dell’Auditorium di Ponte Felcino sono stati concessi direttamente al Coordinamento Centri Socio-Culturali proprio per lo svolgimento di attività motoria per la terza età, con incontri settimanali aperti a tutti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cva più sicuri in caso di incendio: approvati i progetti per Colombella e San Martino in Campo

PerugiaToday è in caricamento