menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rischio terrorismo, l'Arma aumenta i controlli: dai luoghi turistici a quelli di culto

Controllati anche pregiudicati agli arresti domiciliari e stranieri clandestini e banditi dal capoluogo e provincia

Il Comando Provinciale Carabinieri di Perugia ha disposto un rafforzamento della vigilanza con numerose pattuglie dislocate nei pressi delle aree ritenute maggiormente sensibili dal punto di vista dell’ordine e della sicurezza pubblica. Pattugliamenti e perlustrazioni sono stati dispiegati nelle aree del centro urbano, nei luoghi turistici e di culto, e in modo particolare nelle aree di maggiore aggregazione di stranieri del quartiere Fontivegge.

La finalità di servizi coordinati è stata quella di intensificare la presenza dell’Arma sul territorio, in modo da far sentire la vicinanza delle istituzioni ai cittadini, con un’incisiva azione di vigilanza attuata attraverso il controllo della circolazione stradale nei pressi della locale stazione ferroviaria, specialmente in occasione dell’arrivo e della 
partenza dei convogli, e degli esercizi pubblici maggiormente frequentati da pregiudicati.

Nel corso dei servizi effettuati nel fine settimana sono state identificate circa un centinaio di persone, procedendo anche alla verifica delle persone sottoposte agli arresti domiciliari e ad obblighi vari. Controllati anche i pregiudicati agli arresti domiciliari: in questo caso sono due le denunce.  Un 22enne albanese, nullafacente, regolare, è stato denunciato per essersi reso responsabile del reato di evasione. Mentre  Un 29enne africano sebbene fosse sottoposto alla misura del divieto di dimora nella provincia di Perugia, emessa dal Tribunale di Perugia, è stato rintracciato sul territorio nel capoluogo. Per lui avviate le procedure di espulsione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento