rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Cresce il fronte dei comuni con ordinanze mascherina all'aperto: anche Perugia per tutto il periodo delle feste

Mascherine obbligatorie all'aperto a Spoleto, Foligno e Nocera Umbra. Tutti i particolari

Anche a Perugia si va verso una ordinanza per l'Obbligo di mascherine anche all'aperto a Perugia.La conferma arriva dal Palazzo dove stanno studiando il testo che sarà firmato dal sindaco Andrea Romizi: l'ipotesi che sarà valida a partire dal prossimo 18 dicembre, per tutto il periodo delle feste, fino al 6 gennaio. Se la situazione epimiologica restera sotto-controllo la mascherina sarà limitata ai giorni festivi e prefestivi, dalle ore 14 alle 24 e nel solo centro storico della città. I

Mascherine obbligatorie all'aperto a Spoleto, Foligno e Nocera Umbra. I sindaci - Andrea Sisti, Stefano Zuccarini e Virginio Caparvi - hanno firmato le ordinanze. Anche Bevagna, nei giorni giorni, ha adottato la stessa misura. L'assessore regionale alla Salute, Luca Coletto, ha spiegato che "per il Comitato tecnico scientifico rimane fondamentale insistere sulla necessità delle vaccinazioni con prima e terza dose – ha proseguito Coletto – utilizzare la mascherina negli ambienti chiusi e possibilmente Fp2 se troppo affollati, mentre sarebbe consigliabile anche all’aperto soprattutto quando c’è concentrazione elevata. La ventilazione dei locali e il distanziamento sono anche questi fattori da non trascurare". 

Spoleto - "Da sabato 11 dicembre l’uso della mascherina sarà obbligatorio anche all’aperto. È quanto disposto dall’ordinanza sindacale numero 72, che prevede l’utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie in tutto il territorio del Comune di Spoleto dalle ore 9.00 alle 24.00 e fino al 9 gennaio. La decisione è legata all’evolversi della situazione epidemiologica che, come testimoniano i dati aggiornati quotidianamente dalla Usl Umbria 2, continua a far registrare un costante e continuo incremento dei contagi", scrive il Comune di Spoleto in una nota ufficiale.

"Le attività previste durante il periodo delle festività natalizie non consentono di garantire in modo continuativo il rispetto della misura del distanziamento sociale. Da qui la necessità di tutelare il più possibile la salute delle persone, prevedendo l’utilizzo della mascherina anche in luoghi pubblici all’aperto", prosegue la nota. Sono esonerati "i bambini sotto i 6 anni di età e le persone che, per la loro invalidità o patologia, non possono indossare la mascherina, nonché gli operatori o persone che, per assistere e interloquire con una persona esente dall’obbligo, non possono a loro volta indossare la mascherina". Resta in vigore anche l’obbligo "di avere sempre con sé i dispositivi di protezione per le vie respiratorie e di indossarli nei luoghi al chiuso, diversi dalle abitazioni private e di mantenere una distanza interpersonale di almeno un metro". 

“Si tratta di una misura senza dubbio più stringente e vincolante rispetto alle disposizioni già previste a livello regionale e nazionale – spiega il sindaco Andrea Sisti – ma dobbiamo evitare di pregiudicare il normale  svolgimento delle attività di interesse pubblico e il regolare funzionamento dei servizi di pubblica utilità. Chiedo a tutti i cittadini di assumere comportamenti responsabili, soprattutto in questo frangente”. 

Foligno - Il sindaco di Foligno, Stefano Zuccarini, ha firmato l’ordinanza che prevede che "dalle 15 del 9 dicembre e tutti i giorni seguenti, nell’arco delle 24 ore, fino al 9 gennaio 2022 sia obbligatorio indossare nei luoghi all’aperto, ricompresi nell’ambito del centro storico all’interno del perimetro delle mura urbiche, i dispositivi di protezione delle vie respiratorie anche quando è possibile il distanziamento interpersonale e non si configurano assembramenti di persone".

Negli spazi aperti, spiega il Comune di Foligno, "è obbligatorio mantenere una distanza interpesonale di almeno un metro, evitando comunque assembramenti. L’obbligo non si applica ai bambini di età inferiore ai sei anni, ai soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuato della mascherina nonché a tutti coloro che per interagire con loro versino nella stessa incompatibilità e soggetti che effettuano attività sportiva".
Le disposizioni, si legge nell’ordinanza, "sono adottate per ragioni ed esigenze di sanità pubblica ed igiene, con conseguente applicazione di tutte le norme, anche penali, poste a presidio delle predette esigenze. Salvo che il fatto non costituisca reato, l’inosservanza dell’obbligo dell’uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie, sulla base dell’ordinanza, comporterà l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da 400 a 3mila euro". 

Nocera Umbra - Il sindaco di Nocera Umbra, Virginio Caparvi, ha firmato l'ordinanza che dispone l'obbligo di indossare la mascherina all'aperto in alcune zone del centro storico della città. L'ordinanza dipone l'obbligo "dalle 9 alle 20, dall'8 dicembre al 6 gennaio" della mascherina all'aperto "in piazza Umberto I, via dei Belgi, piazza Medaglie d’oro, largo Bisleri, via le mura, piazzetta Fiorelli, piazza Blasi, zona Portici, piazza San Filippo,via Pontani, corso Vittorio Emanuele, piazza Caprera e via San Rinaldo".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cresce il fronte dei comuni con ordinanze mascherina all'aperto: anche Perugia per tutto il periodo delle feste

PerugiaToday è in caricamento