menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scivolone del Comune sulla nota di condoglianze alla famiglia Agozzino, non è deceduto Giuseppe

Uno scivolone di quelli pesanti. Di quelli che fanno male soprattutto ai tempi dei social. Un errore di comunicazione da parte degli uffici comunali che ha prodotto, con tanto di dichiarazione ufficiale dell'assessore Teresa Severini, una nota di cordoglio per la scomparsa di Giuseppe  Agozzino. già Direttore dell’Azienda di Promozione Turistica umbra, valente ed estroso artista e ideatore, tra la metà degli anni Sessanta e i primi anni Settanta, del Teatro in Piazza. Tra l'altro i comunicatori del Palazzo hanno commesso un ulteriore scivolone: l'anziano dirigente non si chiama Giovanni ma Giuseppe.

Anche Perugiatoday.it ha pubblicato la notizia sul suo portale ma dopo poco alcuni lettori e amici hanno messo in evidenza lo scivolone del Comune: l'anziano artista e dirigente dell'Apt è vivo, mentre purtroppo è deceduto un altro componente della famiglia. Abbiamo segnalato la situazione sia al sindaco che all'assessore Severini che stanno provvedendo ad una rettifica. Altre parole in questa storia sono veramente superflue. Comunque profonde condoglianze alla famiglia Agozzino. 

La rettifica del Comune: Con riferimento al comunicato stampa inviato questo pomeriggio di condoglianze alla famiglia Agozzino, dovuto ad una notizia errata pervenuta all'Assessorato alla Cultura, dobbiamo rettificare che non è morto il dott. Giuseppe Agozzino, ma il figlio Ferruccio, dopo una brevissima malattia. L' Assessorato alla Cultura e l'Amministrazione tutta rinnova le sue condoglianze alla famiglia e al dott. Giuseppe Agozzino, in particolare, persona stimata e assai legata alla città e alla sua cultura. Ci scusiamo per l'errata comunicazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento