menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inneggiavano alla Guerra Santa ed erano pronti all'azione: in 3 condannati a 4 anni di carcere

L'operazione anti-terrorismo fu condotta dalla Polizia Postale di Perugia. Le frasi choc lanciate sul web

Inneggiavano all'Isis. Esultavano pubblicamente su ogni attentato terroristico in Europa - in particolare dopo i sanguinosi e vigliacchi attacchi in Belgio e in Francia, per Charlie Hebdo -. Si erano totalmente radicalizzati e si temeva, che nel prossimo futuro, potessero organizzare degli attentati anche in Italia. Ma per fortuna questa cellula dell'Isis che si muoveva tra Milano e Perugia è stata intercettata e debellata dalla Polizia Postale. Ieri mattina il Tribunale di Perugia, dopo il rito abbrevviato, ha presentato il conto ai tre tunisini che inneggiavano alla Guerra Santa e alla distruzione dell'Occidente: 4 anni di reclusione. 

I tre hanno scritto sui profili social frasi terribili, di elogio per gli attentatori che hanno colpito in Francia e Belgio. Alcuni estratti sono stati riportati all'interno del processo con rito abbreviato (Pm Gemma Miliani). Ecco le frasi choc: "Questo è l'inizio della vittoria. Il mondo occidentale ha avuto una grande paura a seguito dell'attentato che ha colpito Parigi - il 7 gennaio 2015 massacro dei giornalisti di Charlie Hebdo  ndr -". Il tutto corredato da una vignetta dove un uomo fa i suoi bisogni corporali sulla tomba dove sta scritto il nime della rivista. 

"Tutti quelli che piangono per il Belgio dovono stare lontani da me, devono uscire dalla mia testa. Dio grande, Dio grande, Dio grande". Ancora un altro post sui social. Un quarto componente della cellula è stato condannato a Milano a 2 anni e otto mesi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento