Blitz dei carabinieri dopo indagini e pedinamenti in borghese: sequestrati 222 dosi di coca e un tesoretto

I militari stavano monitorando il flusso dei clienti del mercato della droga

Quasi 200 grammi di coca, oltre 4mila di euro a disposizione, due telefoni cellulari per rispondere ai tanti clienti, di tutte le età, che si rivolgevano a lui anche più volte alla settimana per fare rifornimento di droga. I carabinieri della Compagnia di Perugia hanno arrestato un pusher albanese che aveva messo in piedi un vasto giro criminale. Si tratta di un uomo di 26 anni che era finito nel radar dell'Arma che monitorava il mercato della droga del capoluogo. Dopo una serie di pedinamenti, ieri è scattato il fermo del sospetto nel momento in cui stava vendendo alcuni grammi di cocaina. I militari hanno perquisito sia l'auto che l'appartamento dell'albanese scorprendo un vero e proprio tesoretto:  ben 222 dosi già confezionate e pronte per essere vendute. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Dramma in via Canali, donna di 49 anni trovata morta in un parcheggio

  • Incidente lungo la E45, 23enne in gravissime condizioni: è in prognosi riservata

  • Perde il controllo del ciclomotore e finisce a terra, muore a 43 anni

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

Torna su
PerugiaToday è in caricamento