Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

IN BREVE Aveva distrutto i mobili e i servizi della cella: la sentenza, ritorno in carcere immediato

I carabinieri hanno individuato e arrestato uno straniero che deve scontare un residuo di pena a carcere

Ritorno in carcere per altri sei mesi dopo la sentenza sui danni provocati alla cella dove era rinchiuso a Capanne. I carabinieri di Ponte San Giovanni hanno rintracciato e arrestato un 43enne tunisino che deve scontare una pena per il reato di danneggiamento, commesso a Perugia il 2 agosto 2011. All’epoca dei fatti l’uomo, che era detenuto nel carcere di Perugia Capanne, aveva danneggiato i suppellettili posti all'interno della cella, minacciando, inoltre, di darsi fuoco con il fornello del gas in dotazione. Ritorno in carcere anche per un 44enne italiano che si è giocato i domiciliari per via delle continue uscite non autorizzata dalla propria abitazione. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

IN BREVE Aveva distrutto i mobili e i servizi della cella: la sentenza, ritorno in carcere immediato

PerugiaToday è in caricamento