menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aria troppo inquinata, scatta l'obbligo per tutti: taglio ai riscaldamenti

L'ordinanza fa seguito ai dati di Arpa Umbria relativi alla concentrazione delle polveri sottili nell'aria nel Comune di Perugia dai quali è emerso il superamento consecutivo negli ultimi giorni dei valori limite giornalieri. Ecco il piano

Riscaldamenti accesi per un'ora in meno rispetto a quanto finora autorizzato con la temperatura massima che dovrà scendere di un grado a Perugia per i prossimi dieci giorni da oggi. Lo ha deciso il sindaco Wladimiro Boccali. L'ordinanza fa seguito ai dati di Arpa Umbria relativi alla concentrazione delle polveri sottili nell'aria nel Comune di Perugia dai quali e' emerso il superamento consecutivo negli ultimi giorni dei valori limite giornalieri previsti dalla normativa in materia di inquinamento atmosferico.

Il provvedimento - riferisce il Comune in una nota - prevede che l'accensione degli impianti passi da da 14 a 13 ore giornaliere, con le eccezioni di ospedali, cliniche, case di cure, residenze protette, scuole materne ed asili nido, uffici ed esercizi commerciali senza interruzione giornaliera delle attività. La temperatura massima per gli edifici adibiti ad attività industriali, artigianali e assimilabili non dovrà superare i 17 gradi e 19 per gli altri, sempre con le esclusioni di ospedali, cliniche, case di cura, residenze protette. E' infine vietata l' accensione di fuochi all'aperto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento