Viabilità, la Perugia-Ancona riparte. Cantiere chiuso nel 2015

La Regione corre ai ripari insieme alla Quadrilatero dopo il blocco dei lavori causa mancanza di stipendi. La società appaltatrice: facciamo da garante a tutte le imprese per evitare nuovi buchi finanziari

Fine lavoro 2015, ma già a fine del 2013 Perugia sarà sempre più vicina al mare Adriatico. E' questo il nuovo bollettino di previsione di fine lavoro della salerno-reggio calabria dell'Umbria, ovvero la superstrada Perugia-Ancona, dopo l'ennesimo vertice salva-tutto in Regione per via del blocco del lavoro da parte delle maestranze a corto di stipendi.

Il Presidente Catiuscia Marini ha voluto ed ottenuto un chiarimento sull'andamento dei lavori chiedendo un incontro con 'assessore regionale alle Infrastrutture, Silvano Rometti, il sindaco di Valfabbrica Ottavio Anastasi e un rappresentante del Comune di Perugia. La società "Quadrilatero" era rappresentata dal presidente Gaetano Galia, "Dirpa" dal presidente Maurizio De Lieto e dall'amministratore delegato Francesco Giuffrida, "Impresa" dal presidente Raffaele Raiola.
 
Dal summit è emerso questo crono-programma: Conclusione dei lavori del tratto Pianello - Valfabbrica per l'autunno 2013;  entro primavera 2014  quelli dell'intero tratto umbro e conclusione definitiva della Perugia-Ancona entro i primi mesi del 2015. La garanzia degli stipendi passati e futuri per tutte le aziende sub-appaltatrici è stata messa dalla società Impresa, cancellando almeno sulla carta il rischio di ulteriori stop dei cantieri.
 
"L'asse stradale Perugia-Ancona è di assoluto valore strategico e il suo completamento nei tempi che abbiamo definito assume una rilevanza particolare - ha sottolineato la presidente Marini -. Per questo ho chiesto alla società Quadrilatero e al contraente generale Dirpa di fare il punto sullo stato dei lavori, sollecitandoli ad intensificare gli sforzi per rispettare i tempi, soprattutto per la parte marchigiana essendo quelli nel tratto umbro abbastanza rispettati. Allo stesso modo ho voluto sottolineare la necessità di evitare ritardi e difficoltà nei pagamenti verso le maestranze. Perugia ed Ancona - c sono gli unici due capoluoghi di regione non collegati direttamente da una infrastruttura stradale moderna e veloce. Il completamento avrà pertanto grande rilievo anche per tutte le realtà economiche e produttive che insistono lungo questo asse".
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Perugia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 12 luglio: due nuovi positivi, aumentano gli isolamenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 luglio: tutti i dati comune per comune

  • Magione, una serata da incubo: invasione di chironomidi

  • Intasca i soldi delle giocate del Lotto, titolare di rivendita condannata dalla Corte dei conti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento