menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'INTERVENTO "Aderiamo al Pride VIllage perchè ancora troppe discriminazioni a Perugia"

Riceviamo e pubblichiamo l'adesione-editoriale dei consiglieri del Pd Bistocchi e Bori al Pride di Perugia organizzato dall'Associazione Omphalos Arcigay Arcilesbica; l'evento, che si terrà dal 23 al 25 giugno

Riceviamo e pubblichiamo l'adesione-editoriale dei consiglieri del Pd al Pride di Perugia organizzato dall'Associazione Omphalos Arcigay Arcilesbica; l’evento, che si terrà dal 23 al 25 giugno

********

di Sarah Bistocchi - Tommaso Bori *consiglieri comunali del Pd

E’ di questi giorni la dichiarazione della nostra concittadina e giornalista RAI, Costanza Miriano, in cui spiega che è “favorevolissima alle discriminazioni”. Parole che stridono con il lavoro che dovrebbe svolgere per il servizio pubblico di informazione.

Proprio da questa pessima uscita vorremmo partire per riaffermare la nostra adesione al Pride Village di quest’anno a Perugia, organizzato dall'Associazione Omphalos Arcigay Arcilesbica. L’evento, che si terrà dal 23 al 25 giugno presso i giardini del Frontone, è un luogo inclusivo dove socializzare, informarsi e divertirsi. A momenti di dibattito e di confronto si uniranno iniziative ludico-ricreative come concerti e proiezioni di film.

Parteciperemo al Pride Village perché, purtroppo, anche nella nostra città le discriminazioni continuano a verificarsi: nonostante i passi avanti fatti in campo legislativo regionale, con la legge contro l’omofobia, e nazionale, con la legge sulle unioni civili, in troppi continuano ad essere “favorevolissimi alle discriminazioni” come Costanza Miriano. Ma noi no.

Riteniamo la questione LGBT non sia certo una questione minoritaria, o una battaglia di retroguardia, ma uno dei cardini del diritto, affinché la nostra società si avvii a riconoscere l’uguaglianza tra i cittadini, con le loro differenti necessità, con le loro peculiarità e la loro unicità. Il diritto a manifestare liberamente il proprio amore è, senza dubbio, uno dei principali diritti che uno stato veramente democratico deve garantire.

Proprio per continuare a combattere questa battaglia di civiltà prenderemo parte a questa tre giorni di festa che come ricordato si terrà in uno dei luoghi più evocativi di Perugia e della sua anima laica e libertaria, in favore di un pensiero libero e fautore dei diritti civili di tutti.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento